Sei in
Home > Microsoft & altri mondi > Web utility e development > I migliori servizi per accorciare le nostre URL

I migliori servizi per accorciare le nostre URL

Twitter è un servizio particolarmente conosciuto e usato in Italia. Permette di inserire un messaggio con lunghezza massima di 140 caratteri, così come gli SMS hanno al più 160 caratteri.

I messaggi poi vengono mostrati a coloro che hanno deciso di abbonarsi (follow) il proprio profilo di Twitter.

Se dovessimo però condividere un indirizzo web con gli amici, potrebbe sorgere un problema. Se l’URL è formato da più di 140 lettere oppure volessimo aggiungere una descrizione di quest’ultimo, l’indirizzo non ci starebbe nel messaggio.

Twitter ha attivato automaticamente la possibilità di adoperare un accorciatore di URL (URL shortner) di modo che un indirizzo Internet troppo lungo venga trasformato in uno breve.

Usando ad esempio l’ URL shortner bit.ly potremmo trasformare:

https://www.opengeek.it/android/aggiornamento-ad-android-gingerbread-2-3-3-anche-per-samsung-galaxy-scl-i9003/

in http://bit.ly/mUN83L

Decisamente più breve vero?

Infatti cliccando sull’ultimo URL verremo direzionati sulla pagina dall’indirizzo più esteso. Gli accorciatori di URL possono essere usati anche per altri servizi come forum o Facebook. Ad esempio i forum consentono di inserire una propria firma in calce ad ogni thread che postiamo, tuttavia molti limitano la dimensione della signature a 255 caratteri. Questo previene la possibilità di mettere uno o più indirizzi lunghi che più essere risolto adoperando un servizio di URL shortner.

Ecco un elenco di accorciatori: bit.ly, ow.ly, tinyurl.com, k4p.me, goo.gl e is.gd.

Questi servizi offrono spesso anche delle statistiche relative ai numero di click fatto su un dato URL aggiungendo il segno + al termine dell’URL accorciato. Per cui per monitorare l’andamento dei click per http://bit.ly/ciao basta digitare nella barra degli indirizzi del proprio browser http://bit.ly/ciao+

Tra le caratteristiche di alcuni URL shortner c’è la generazione di un QR code associato all’indirizzo di destinazione.

Per gli esperti di search engine optimization, è bene ricordare che molti accorciatori di URL utilizzano il codice 301 (permanent redirect) per trasferire l’utente dal loro servizio alla pagina di destinazione, quindi non si incorre in penalizzazioni da parte dei motori di ricerca.

Autore: Greenhawk

I migliori servizi per accorciare le nostre URL, 5.0 out of 5 based on 1 rating
Top