Sei in
Home > Microsoft & altri mondi > Skype nelle mani di Microsoft

Skype nelle mani di Microsoft

La notizia è di poche ore fa e di certo non passerà inosservata.

Skype, come tutti sanno, è un programma che ci permette di effettuare chiamate tramite VoIP (Voice over IP). La società è stata fondata nel 2003, lanciando e rivoluzionando il nostro modo di comunicare. Fu acquisita da Ebay nel 2005 e poi venduta in parte nel 2009 ad un consorzio.

Nonostante il servizio sia utilizzato da 124 milioni di utenti, il debito societario è di circa 686 milioni di dollari. Cifra che sarà ampiamente appianata dalla società di Redmond, che si appresta ad effettuare una delle più grandi acquisizioni nel mondo dell’informatica.

Skype era da tempo conteso tra Google e Facebook, ma l’interessamento di Microsoft è stato fulmineo: un mordi e fuggi durato appena un giorno, con trattative portate avanti direttamente dal CEO di Microsoft, Steve Ballmer. Sarà quindi una divisione dell’impero creato da Bill Gates.

Tra i primi a divulgarlo in pubblico fu Beppe Grillo, che durante i suoi tour denunciava come la nostra tecnologia fosse morta (Telecom Italia) e di come internet ci potrebbe cambiare la vita. Ovviamente ciò andava a disturbare il sacro mercato della telefonia, arretrata anni luce con le solite tariffe condite con le solite veline.

Ora che Skype è nelle mani di Microsoft, cosa cambierà?

Credo che questo investimento sia un arma in più da usare per scalfire il dominio incontrastato di Google nel mercato dei servizi Internet.  In precedenza Microsoft aveva già tentato una scalata al colosso Yahoo, purtroppo non andata a buon fine. Ora l’acquisto di Skype è il segnale di un ulteriore “attacco” a Big G, dopo il lancio di Bing e di Windows Phone 7 (che però nel mercato della telefonia mobile è molto in ritardo rispetto ad Android e iPhone).

Sul web ci sono già le prime reazioni da parte degli utenti: molti di loro sono scettici sul suo futuro, altri invece accolgono la notizia molto positivamente.

L’obbiettivo di Microsoft è quello di regalare ai propri utenti e a quelli di Skype un prodotto migliore, cercando inoltre di divulgarlo a più utenti nel mondo. Non so che cosa ne sarà dell’applicazione, spero solo che la sua indole innovativa non vada persa in seguito a qualche operazione controversa

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top