Sei in
Home > GNU/Linux > Come cancellare i dati in modo permanente su un hard disk

Come cancellare i dati in modo permanente su un hard disk

Come ben sapete, quando cancellate dei dati su un disco, non cancellate veramente il dato presente ma solo il “link” che fa riferimento a lui. Anche dopo i vari tipi di formattazione buona parte dei dati sono ancora recuperabili, e quindi come fare per eliminare in modo sicuro i nostri dati sensibili presenti su un pc che vogliamo cacciare via?

Il primo modo molto semplice è usare un live CD basato su GNU/Linux che offre diversi tipi di “cancellazione”, sto parlando di Boot&Nuke.

Scarichiamo la iso DBAN for recent Intel and AMD computers e masterizziamola, poi controlliamo di avere come prima periferica di boot il lettore CD-ROM e facciamola avviare.

Una volta avviato il live CD, ci troveremo davanti ad una linea di comando con la scritta boot: come lo screenshot allegato

Schermata di avvio di Boot&Nuke

Premiamo semplecimente invio per avviare in modo standard senza passare parametri particolari.

Una volta che il live CD ha finito la procedura di caricamento, visualizziamo una schermata come la seguente.

Schermata principale di Boot&Nuke

Nella parte centrale della schermata ci vengono elencati i vari dischi instalalti sul pc, spostiamo la freccina di selezione sul disco desiderato e premendo la barra spaziatrice effettuaiamo la selezione.

Se vogliamo procedere con il metodo standard, basta premere F10 e non ci resta che aspettare la fine dell’operazione, dove ci viene visualizzata una schermata simile a quella allegata di seguito.

Schermata Finale di Boot&Nuke

Boot&Nuke ci mette a disposizione diversi metodi di “cancellazione”, possiamo accedere al menu di selezione premendo il tasto M mentre con il tasto V possiamo far effettuare una verifica dell’operazione.

Questo tool non cancella i file, ma bensì li sovrascrive, visto che è l’unico metodo per evitare che possano essere recuperati dati contenuti su un qualsiasi Hard Disk. I vari metodi messi a disposizine, diciamo che a grandi linee si differenziano per il numero di sovrascritture e dell’algoritmo di sovrascrittura usato.

Un altro metodo in alternativa al live CD di Boot&Nuke, potrebbe essere quello di prendere una qualsiasi distribuzione GNU/Linux e avviarla sul pc fino ad avere a disposizione un terminale come utente root.

Digitiamo il comando

fdisk -l

che ci torna delle informazioni, in base al numero di dischi presenti sul computer. Allego uno screenshot come esempio dove vengono elencate tutte le informazioni del disco di cui abbiamo bisogno.

risultato fdisk -l

Ora sappiamo che il disco presente sul nostro pc corrisponde alla device /dev/sda, usiamo il comando dd per efftuare la sovrascrittura del disco come l’esempio seguente:

dd if=/dev/urandom of=/dev/sda

dove in if viene specificata la sorgente, e in of la periferica di destinazione. Al termine dell’operazione ci viene restituita la linea di comando con alcune righe riportanti delle informazioni come da screenshot seguente.

risultato dle comando dd

Possiamo ripetere questa operazione quante volte vogliamo, meglio se alterniamo la sorgente urandom con zero come il seguente esempio

dd if=/dev/zero of=/dev/sda

Questi sono solo alcuni metodi per poter essere sicuri di non lasciare dati personali nei vostri vecchi Hard Disk 😉

PS. Ricordo che si declina ogni responsabilità dall’uso improprio dei vari tool e comandi, e consiglio vivamente di effettuare le procedure con attenzione visto che non sono reversibili.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top