Sei in
Home > GNU/Linux > Arch Linux > Guida dettagliata all’installazione di Arch Linux: parte 2

Guida dettagliata all’installazione di Arch Linux: parte 2

Abbiamo concluso la prima parte installando i pacchetti base di Arch, in questa seconda parte vedremo come configurare il sistema e rendere avviabile (solamente in testuale). Nella terza e ultima parte vedremo come installare i driver per le schede video ATI e Nvidia e installeremo finalmente l’interfaccia grafica.

Eseguiamo il boot dalla chiavetta USB nella quale avevamo scritto Arch e appena ci si presenta davanti un terminale di gitiamo loadkeys it per avere la tastiera in italiano e impostiamo la lingua italiana, digitiamo nano /etc/locale.gen scorriamo la lista fino alla riga #it_IT.UTF-8 e decommentiamola eliminando #, premiamo “Ctrl + o”, salviamo con “Invio” e premiamo “Ctrl + x” per uscire. Adesso montiamo la partizione di Arch che avevamo fatto digitanto mount /dev/sda2 /mnt

 

FSTAB

Generiamo la tabella del file system genfstab -U -p /mnt >> /mnt/etc/fstab , apriamo il file nano /mnt/etc/fstab e dovremo vedere una riga di questo tipo 

chi ha un hard disk dovrà solamente assicurarsi che il numero in fondo a destra sia 1 chi invece ha un SSD scriva al posto di “rw,relatime,data=ordered” discard,noatime Adesso entriamo nella partizione montata, per farlo digitiamo arch-chroot /mnt

 

LINGUA E TIMEZONE

Fin’ora abbiamo impostato la lingua e la tastiera italiana solo sul terminale della chiavetta USB, per impostare definitivamente la tastiera in italiano sulla nostra partizione modifichiamo il file vconsole nano /etc/vconsole.conf e scriviamo queste due righe
KEYMAP=it
FONT=Lat2-Terminus16

Per impostare definitivamente la lingua italiana diamo il comando nano /etc/locale.gen scorriamo la lista fino alla riga #it_IT.UTF-8 e decommentiamola eliminando #, chiudiamo il file e digitiamo in ordine questi comandi(uno alla volta):

locale-gen
echo LANG=it_IT.UTF-8 > /etc/locale.conf
export LANG=it_IT.UTF-8

Per una corretta gestione dell’ora dobbiamo è necessario impostato il fuso orario (timezone) così che il sistema possa sapere in quale parte del mondo si trova, per farlo digitiamo ln -s /usr/share/zoneinfo/Europe/Rome /etc/localtime e impostiamo l’orologio di sistema hwclock –systohc –utc

 

ROOT, HOSTNAME E UTENTI

– per impostare la password di root digitate passwd, verrà chiesta la password e la conferma

– impostare l’hostname, ovvero il nome del pc,

echo ilvistrohostname > /etc/hostname

– creare un nuovo utente

useradd -m -g users -G wheel,storage,power -s /bin/bash ilvostroutente

– aggiungere la password all’utente passwd ilvostroutente

– eliminare utenti userdel -r ilvostroutente

 

CONNESSIONE INTERNET

Prima di tutto è necessario installare il Network Manager tramite il comando pacman -S networkmanager

Per effettuare una connessione ad internet all’avvio della partizione,

– se si ha intenzione di usare il cavo ethernet è necessario abilitare al boot il servizio apposito con questo comando

systemctl enable [email protected]

– per connettersi a reti wireless è necessario installare alcuni pacchetti

pacman -S wireless_tools wpa_supplicant wpa_actiond dialog

 

CONFIGURAZIONE DI PACMAN

Pacman è il gestore dei pacchetti di Arch, con questo sara possibile installare, aggiornare e rimuovere pacchetti, vedremo in un altro articolo tutti i suoi comandi nello specifico, per ora basti sapere che:

pacman -S “nome del pacchetto” -> installa un pacchetto

pacman -R “nome del pacchetto” ->  rimuove un pacchetto

pacman -Syu -> aggiorna i pacchetti installati

Per modificare la configurazione di pacman apriamo il file nano /etc/pacman.conf chi ha un pc a 64 bit deve abilitare, togliendo i cancelletti,  la ropo [multilib] per essere in grado di eseguire sia applicazioni a 32 bit che a 64 bit. Inoltre è bene aggiungere la repo di yaourt aggiungendo queste due righe:
[archlinuxfr]
Server = http://repo.archlinux.fr/$arch
CONFIGURAZIONE DEL GRUB

Finalmente siamo giunti all’installazione del grub che ci permettterà di avviare la nostra partizione con Arch all’avvio del pc. Digitiamo questi tre comandi (uno alla volta):

pacman -S grub-bios
grub-install –target=i386-pc –recheck /dev/sda
cp /usr/share/locale/en\@quot/LC_MESSAGES/grub.mo /boot/grub/locale/en.mo

Se nel pc è presente anche Windows, è necessario installare os-prober con il comando pacman -S os-prober , questo aggiungerà Windows al grub così all’avvio del pc potremo scegliere quale sistema operativo avviare tra i due.

Ora possiamo generare il file di configurazione del grub: grub-mkconfig -o /boot/grub/grub.cfg

 

CONCLUSIONE PARTE 2

Abbiamo finito, digitiamo exit per usire dalla partizione, umount /mnt per smontare la partizione e infine reboot.

Al riavvio avrete davanti il grub, scorrendo con le freccie potrete scegliere se avviare Linux o Windows, alla prossima!

Guida dettagliata all'installazione di Arch Linux: parte 2, 5.0 out of 5 based on 5 ratings

3 thoughts on “Guida dettagliata all’installazione di Arch Linux: parte 2

  1. GD Star Rating
    a WordPress rating system

    molto utile questa guida! purtroppo ho un problema: quando riavvio non vedo nel eth0 ne wlan0, in pratica non posso usare internet e proseguire da me con l’installazione di un DE (cosa che ho già fatto in passato).
    E’ veramente strano visto che durante l’installazione (boot del computer da pennetta USB) la rete veniva riconosciuta tranquillamente.
    Mboh…

  2. GD Star Rating
    a WordPress rating system

    Ciao!
    Dopo l’ installazione ti consiglio di collegare il PC via eth (se è un portatile). Dopo dai il comando ip link e:
    -La voce che inizia con e è la eth
    -La voce che inizia con w è il WiFi
    Una volta individuati i componenti per collegare la eth dai:
    ip link set up (dove è la tua periferica)
    e poi dhcpcf

    FIne 🙂

  3. GD Star Rating
    a WordPress rating system

    Ciao, digitando il comando pacman -S networkmanager ottengo “errore: il seguente pacchetto non è stato trovato: networkmanager” mi sto domandando come mai non lo trova. Sapresti darmi un aiuto?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top