Sei in
Home > Gaming > The Legend of Legacy: provata la demo

The Legend of Legacy: provata la demo

legend of legacy demo

The Legend of Legacy ha il potenziale per essere uno dei titoli più affascinanti e meritevoli del nostro 2016: l’abbiamo detto a più riprese in occasione della sua uscita in territorio americano, lo ribadiamo ora che è disponibile la demo su eShop europeo. Quale occasione migliore per proporvi la nostra anteprima sul gioco? Scoprite con noi il magico continente di Avalon, meta di esploratori!

Introduzione al gioco

Una delle caratteristiche principali di questo gioco è la sua capacità di risultare sempre lineare ma non banale: quei pochi e vaghi elementi di storia che vengono introdotti nei primi minuti bastano a giustificare il comportamento dei nostri protagonisti, nessun muro di dialoghi, solo noi ed un mondo da esplorare. Avalon è un misterioso continente che si vocifera sia legato a presenze divine, ricco di testimonianze di una civiltà passata; il nostro compito è sostanzialmente quello di portare alla luce tutto ciò che esso nasconde. Tramite la schermata iniziale potremo scegliere quale dei sette protagonisti impersonare: ognuno di loro è spinto da un diverso obiettivo e sebbene la demo non dia tempo a sufficienza per comprendere se avrà o meno importanza col proseguire della storia, è probabile che certi elementi possano cambiare a seconda del personaggio selezionato. Una cosa è certa: The Legend of Legacy non è un titolo che fa della narrativa il suo punto forte, o meglio, narra le cose in modo diverso dal solito offrendo un’esperienza decisamente atipica nella quale è il mondo di gioco che si racconta a noi. Può non piacere a pelle, ma vi assicuriamo che funziona eccome!

Il sistema di combattimento

Chiuso il discorso trama che a molti potrebbe far storcere il naso, passiamo ad analizzare le fasi di gameplay: qui Legend of Legacy si mostra impeccabile e mantiene intatto lo spirito della serie SaGa di cui, a conti fatti, è un successore spirituale. Il team di sviluppo è praticamente composto per intero da ex-membri Square Enix e la qualità si fa sentire; il gioco propone battaglie ben calibrate e mai troppo semplici ma neanche eccessivamente frustranti, evitabili qualora lo si desiderasse grazie al pratico sistema di visualizzazione dei nemici su mappa. L’apprendimento più o meno casuale delle abilità (di solito legate alle armi) premia un loro utilizzo ripetuto e tiene conto di un livello per ogni azione, piuttosto che assegnarne direttamente ad un personaggio – in modo simile, anche gli aumenti di statistiche sono per lo più generati casualmente. La possibilità di ricorrere all’aiuto degli elementi è un ulteriore boost a quello che è un già solido sistema di combattimento: essi ci permettono di ricorrere a tecniche altrimenti inaccessibili ma possono potenziare anche le azioni nemiche, fornendo un approccio più strategico al tutto. Troviamo infine delle penalità che riguardano la morte di un nostro personaggio, nulla che un po’ di riposo alla locanda in città non possa curare!

Il comparto tecnico

The Legend of Legacy è un prodotto confezionato con affetto e ciò viene rimarcato da come il gioco si presenta a noi: coloratissimo, vivace, un mondo di gioco dai toni quasi dolci e nostalgici di una pace dei sensi difficilmente rintracciabile in produzioni odierne. Graficamente adorabile, con un comparto sonoro che vi farà imprecare diverse figure mitologiche una volta scoperta l’assenza del CD con la sound selection nella versione europea. Masashi Hamauzu non delude neanche stavolta e ci dona una colonna sonora in grado di non stancare mai e creare sempre l’atmosfera giusta per ogni situazione, strizzando l’occhio allo stile che infuse nelle tracce create per Final Fantasy XIII.

Verdetto

Vale la pena di recuperare The Legend of Legacy? La risposta è sì, un enorme sì!

Si tratta di un titolo validissimo, pensato per non essere giocato da chiunque ma che può adattarsi a chiunque. Un po’ come fu per l’odiamato Bravely Default tempo addietro, al quale peraltro questo gioco somiglia discretamente pur essendo da esso molto lontano per diversi aspetti. Consigliamo vivamente di scaricare la demo gratuita ora disponibile su eShop 3DS e ponderare l’acquisto di questa piccola perla videoludica, mentre per altri articoli in merito vi invitiamo a restare con noi!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top