Sei in
Home > Gaming > SE alla riscossa: Dragon Quest, A Realm Reborn e FF X HD

SE alla riscossa: Dragon Quest, A Realm Reborn e FF X HD

Casa Square non si è fatta mancare annunci a sorpresa durante questo mese, da interpretare sia nel bene che nel male.

Se da un lato ci preoccupa un ulteriore rinvio della data di rilascio ipotetica per il remake di Final Fantasy X/X-2, siamo piacevolmente colpiti dalla decisione di effettuare una conversione di praticamente ogni titolo appartenente alla serie di Dragon Quest (in verità si parla di un arco che copra dal primissimo titolo fino all’ottavo, uscito su PS2) per sistemi mobile, verosimilmente sia iOS che Android. Una decisione che potrebbe rivelarsi ulteriormente interessante se andasse a toccare anche il mercato occidentale, staremo a vedere. Ma tornando alla serie di Final Fantasy, qual è stato il responso da parte del pubblico sulla versione 2.0 del quattordicesimo capitolo? A Realm Reborn è davvero quello che il titolo indica, la fenice che risorge dalle proprie ceneri per offrire un’esperienza di gioco appagante sia su PC che su console, peccando forse su queste ultime per quanto riguarda la gestione dei comandi: nulla di compromettente, questo capitolo di Final Fantasy offrirà ore ed ore di gioco in un crescendo di elementi narrativi ben intrecciate all’oceano di quest secondarie che il giocatore può progressivamente decidere di intraprendere.

Il sistema di gestione delle classi è stato totalmente rivisto per permettere di ottenere quasi immediatamente un senso di coinvolgimento che è prova tangibile di quanto questo gioco abbia ora da offrire, in particolar modo considerando che la quota da pagare a cadenza mensile (malvista in quanto a nessuno piace tirar fuori soldi dalla saccoccia, o per lo meno il messaggio è quello) è effettivamente ben spesa prestando occhio al continuo supporto offerto. Ho apprezzato enormemente la possibilità di interscambiare la classe corrente con le altre disponibili, dettaglio che anzi si mostra essere fondamentale grazie alla profonda varietà di luoghi da esplorare. Ottima anche l’integrazione del lavoro di gruppo, che risulta sempre più importante man mano che si prosegue in incarichi di difficoltà sempre maggiore. Ed ultimo, ma non meno importante: il gioco riceve periodicamente update che vanno dall’aggiunta di un nuovo dungeon a nuovi boss e se c’è un rischio tangibile per questo Final Fantasy XIV, è proprio quello che possa tramutarsi in una droga dalla quale difficilmente potrete sottrarvi. Insomma, a vostro rischio.

[youtuber youtube=’http://www.youtube.com/watch?v=qHrGehGbMCs’]

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top