Sei in
Home > Gaming > Risen 2: Dark Waters

Risen 2: Dark Waters

Il secondo capitolo di Risen si presenta al mondo in data 27 Aprile 2012.

Risen 2: Dark Waters mantiene le sue dinamiche che lo collocano a metà tra RPG e videogioco action senza creare squilibrio tra le due componenti: anzi, il loro è un connubio idilliaco e trasmette al giocatore tutto ciò che gli sviluppatori hanno voluto includere nel titolo.

Il titolo possiede un elemento che in questa generazione è a dir poco eccezionale: una quasi completa dinamica in open-world.

Infatti in Risen 2 il giocatore potrà dedicarsi a sessioni esplorative dei vasti territori resi disponibili di volta in volta alla ricerca di tesori e nuove tipologie di nemici con cui lottare: ambienti immensi che sono contornati da una grafica attestata su ottimi livelli anche se non va certo a cercare il confronto diretto con altre produzioni odierne, offrendo quindi un comparto visivo che non delude ma nemmeno fa urlare al miracolo.

Non appena verrà raggiunto il limite dell’area caratterizzato solitamente da un impedimento di origine naturale, toccherà spostarsi col veliero.

Proprio in merito alle ambientazioni segnaliamo come Risen 2: Dark Waters sia in qualche modo fedele al suo titolo proponendo vari scenari nonchè una vera atmosfera in clima piratesco.

I paesaggi ricordano per lo più ambientazioni tropicali come quelle offerte dal recente Dead Island seppure i giochi appartengano a generi totalmente diversi: anche il metodo di gameplay differisce molto da altri videogiochi di questa generazione e se prima abbiamo detto che appartiene al genere degli RPG, c’è da specificare però che si tratta di una particolare tipologia di giochi di ruolo prettamente occidentale.

Non vi è infatti opzione di level-up per il proprio personaggio e la sua crescita è invece legata a fattori riconducibili a personal-skills.

Capacità offensiva con determinate armi oppure abilità come la persuasione (in grado di influenzare direttamente il metodo di approccio con vari NPC presenti durante il gioco): a seconda di come esse vengono sviluppate si avrà una diversa esperienza di gioco semplificata per certi versi ma di sicuro comunque appagante ed a tratti impegnativa.

In conclusione: un titolo da provare, anche se si è abituati a RPG in stile giapponese e si cerca una diversa fonte di intrattenimento.

 

Risen 2: Dark Waters, 4.0 out of 5 based on 1 rating

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top