Sei in
Home > Gaming > Games Week 2012: un week-end all’insegna del gaming

Games Week 2012: un week-end all’insegna del gaming

Reduci dal Lucca Comics, si potrebbe pensare (stolti!) che lo staff del sito si prenda la sua meritata vacanza dalla vacanza. Mai pensiero fu più errato, in quanto le alte autorità milanesi offrono anche quest’anno l’occasione di avere a che fare con una fetta del mondo videoludico italiano e non: Games Week 2012, e naturalmente abbiamo ficcato il naso anche lì.

Specifichiamo che il sottoscritto c’è stato durante il sabato, accompagnato da una leggera pioggia (fortunatamente la manifestazione si tiene in padiglione coperto) e da un quantitativo di gente relativamente inferiore alle mie personali aspettative, forse complice il tempo e sicuramente consapevole che la domenica avrebbe visto il vero e proprio pienone.

Stand ed espositori posizionati piuttosto bene, con un minimo di sorpresa nel notare la presenza di Telecom in una fiera dedicata ai videogiochi, de gustibus. Non poteva mancare l’area dedicata all’onnipresente Just Dance con tanto di gente che si sbraccia per ogni dove, qualche bel personaggio in costume (Kratos da God of War ed Amaterasu da Okami tanto per citarne alcuni) ed uno spazio riservato ai più piccoli. Interessante il temporary-store organizzato dai bei tipetti di Gamestop che se non altro offriva cose decisamente interessanti per alcuni: basti pensare alla Signature Edition di Gran Turismo 5 che fece scalpore coi suoi 180 euro, riproposta in fiera ad appena 40. Nessun acquisto da parte mia, ma credo sia anche un bene visto il recente mutuo triplo che è servito per finanziare il Lucca Comics.

La Games Week si presenta proprio come te l’aspetti, ovvero un evento dove non è necessario comprare qualcosa per sentirsi bene. Atmosfera coinvolgente, un fantastico piano superiore dedicato a mostre e dialogo diretto con chi è abituato a lavorare dietro le quinte dei prodotti videoludici ed anche una sezione dedicata a tornei tra i più disparati. Ottima raccolta di anteprime rese disponibili per una prova diretta col pubblico, a cominciare da Ni No Kuni fino a quel lauto minestrone di personaggi che è All Stars Battle Royale. Spazio d’obbligo riservato al Wii-U, con quel suo titolo dedicato agli zombie in prima linea ed un palco da cui volavano a più riprese gadget ed affini.

Insomma, una manifestazione vissuta davvero in positivo, consigliabile sia ad appassionati harcore che a giocatori casual!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top