Sei in
Home > Gaming > Lucca Comics & Games 2015: la nostra esperienza

Lucca Comics & Games 2015: la nostra esperienza

LC&G_2015_Manifesto_VINTAGGIO_GIUGNO

Novembre inoltrato: quale periodo migliore per un articolo ricco di impressioni a freddo su ciò che è stato il Lucca Comics & Games 2015? Abbiamo deciso di attendere un momento propizio non solo per approfondire alcune questioni legate all’organizzazione, ma anche per offrirvi una piccola gallery fotografica che trovate in calce ed immortala alcuni dei nostri momenti in fiera. Bando alle ciance!

Lucca Comics & Games 2015: L’organizzazione

Da sempre uno dei punti più discussi quando si parla di Lucca Comics, tanto gettonato quanto i riti scaramantici contro il maltempo: l’organizzazione di quest’anno è stata, a parer nostro, superlativa.

Lo spostamento dell’area dedicata ai tornei (quelli di League of Legends in particolar modo) ha finalmente reso vivibile il padiglione Games, da tempo divenuto quasi inaccessibile proprio a causa del sovraffollamento causato da alcuni eventi che si tenevano al suo interno. Quest’anno l’ambiente era più tranquillo, godibile e soprattutto dedicato ad un pubblico piuttosto mirato – tantissimi gli stand che esponevano TCG e giochi da tavolo, con miniature e quant’altro, spesso anche forniti di tavolini ai quali fermarsi per una prova gratuita. Relativamente ristretto lo spazio offerto ad alcuni rivenditori come Euronics, in generale davvero poche le offerte irresistibili di cui si sente tanto la mancanza in eventi di questo tipo. Spostandoci sulla Japan Town, confermiamo quanto detto lo scorso anno: la decisione di renderlo un ampio angolo di Giappone all’aperto è vincente, il problema claustrofobia è quasi estinto e la varietà di merce in vendita è aumentata sensibilmente. Trovano spazio in questo paradiso in miniatura non solo collezionisti di action figure e materiale a tema anime e manga, ma anche persone con interessi più di nicchia come possono essere il cucito e la cucina.

E restando in tema gastronomia, volete non concedervi una visita al ManGiappone?

Il locale offre alcuni dei piatti di origine nipponica tra i più conosciuti: takoyaki, noodles in brodo, tsukune, okonomiyaki… persino daifuku e mochi in diversi aromi, per chi volesse concedersi un piccolo dolcetto a fine pasto. Si tratta ovviamente di assaggi che danno un’idea generica del prodotto e che per prezzi tutto sommato nella norma vi permettono di soddisfare la vostra curiosità.

Non aspettatevi quindi livelli di alta cucina da ristorante giapponese: il ManGiappone può comunque risultare una simpatica alternativa alla dieta poco varia di panini e porchetta a cui gli avventurieri spesso si sottopongono in periodo di Lucca Comics. Dopo aver nutrito il corpo c’è bisogno di nutrire anche lo spirito, magari con qualche lettura piacevole, ed è qui che introduciamo l’area Comics e quella dedicata agli autori – si tratta di padiglioni spesso abitati da persone dal carattere indomito che non temono sovraffollamenti al limite dell’umano pur di poter incontrare un artista che ammirano, magari coinvolto in una sessione di autografi. Gli appassionati di fumetto e pubblicazioni analoghe possono qui trovare una vasta gamma di articoli d’interesse, spesso primi numeri di serie che fanno il loro debutto proprio in fiera e vengono pubblicizzate ed offerte con un risparmio di qualche euro sul prezzo d’albo. Insomma, una porzione di fiera tradizionale ed appetibile per molti.

Spendiamo infine qualche parola sulla trasformazione lucchese e dei suoi ambienti esterni: i veterani saranno ormai abituati alla quantità di temporary store che spuntano come funghi in periodo di Comics, così come alla moltitudine di locali che offrono il classico menu del viaggiatore spesso incapace di saziare del tutto. Consigliamo di tenere d’occhio i primi in quanto spesso si riescono a fare ottimi ed inaspettati acquisti, mentre ci teniamo a consigliare dei modesti templi della gastronomia divenuti garanzie nel corso degli anni: il primo è Gelatarium, situato in via Vittorio Veneto e da sempre meta di almeno un pranzo dalla nota dolce a base di gelato. La possibilità di costruire da sé il proprio gelato perfetto non ci stancherà mai, così come mai potremmo stancarci della colazione d’obbligo al Bar Elisa situato poco dopo l’entrata dell’omonima porta. Sempre in zona potrete imbattervi in un locale con posti all’aperto che serve polenta da passeggio, caldamente consigliata; se invece passeggiate sulle mura, non lasciatevi sfuggire l’uomo delle pannocchie!

In conclusione: davvero un’edizione da ricordare, il Lucca Comics & Games 2015 è promosso a pieni voti per organizzazione ed offerta. Tanto tra cui scegliere e diverse iniziative di successo come il concerto di Cristina D’Avena del giovedì, letteralmente invaso da spettatori di ogni età ed uniti da una passione comune; che a pensarci bene, è un po’ il concetto stesso su cui si basa questa fiera!

Per salutarci, ecco qualche foto commemorativa dell’evento.

Lucca Comics & Games 2015 – Photogallery

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top