Sei in
Home > Gaming > Konami e il programma Alternative Limb Project

Konami e il programma Alternative Limb Project

venom snake braccio

Parlare di Konami è diventato sorprendentemente complesso nel corso degli ultimi mesi.

Articoli che decantano i pregi di Metal Gear Solid V, recensori che non ce la fanno a nascondere il proprio astio verso alcune feature del gioco che non sono riusciti a mandar giù, il tutto misto a fatti di cronaca dal Giappone, alquanto surreali e riguardanti le pessime condizioni di lavoro degli impiegati.

Non è però raro venire a conoscenza della partecipazione di alcune aziende del mondo videoludico a diverse iniziative a scopo benefico – quella in cui è coinvolta attualmente Konami è nota come Alternative Limb Project, programma che conta diversi ingegneri impegnati nella progettazione di protesi molto particolari. Il giovane James Young è il protagonista di questa curiosa storia, 25enne che ha perso un braccio ed una gamba in un incidente nel 2012 e che sarà la prima persona al mondo a possedere una replica, fedele in ogni particolare, del braccio meccanico di Venom Snake.

Quello che potete vedere in apertura di articolo è ovviamente una copia dell’arto inclusa nella limited edition del gioco, prodotto destinato al collezionismo e ben diverso da ciò che trattiamo oggi. Come spiegato dalla dottoressa Sophie de Oliveira Barata, direttrice del progetto, il suo Alternative Limb Project ha come fine ultimo la produzione di protesi che le persone possano ammirare, piuttosto che risultarne impauriti o imbarazzati come spesso accade, anche inconsapevolmente. Si tratta insomma di un’iniziativa dai buoni intenti che allontana guerre di pensiero, per una volta, e dona speranza.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top