Sei in
Home > Gaming > Heart of the Swarm: opinioni ed aspettative

Heart of the Swarm: opinioni ed aspettative

Blizzard è una parola sicuramente adatta al periodo invernale: per quanto riguarda il settore videoludico, Blizzard è una sorta di sinomino qualitativo che ben si presta ad essere collegato al loro brand per eccellenza: World of Warcraft.

Con l’imminente uscita di Mists of Pandaria, la saga non accenna minimamente a risentire della concorrenza sempre più fitta e non si pone il problema di un reboot in seguito a momenti di stallo, essendo sempre in vetta alle classifiche quando si parla di MMORPG validi.

Quello che viene fortemente sottovalutato è che il marchio di Blizzard sia riconducibile a molti altri capolavori, alcuni sconosciuti e privi della fama che hanno portato al successo il loro gioiello da esposizione: Starcraft non rientra esattamente in questi canoni (avendo tuttora una folta schiera di appassionati al suo seguito) ma sebbene non sia ai livelli del suo brand fratello, non è comunque stato dimenticato dagli sviluppatori e l’imminente uscita di Starcraft 2: Heart of the Swarm ne è la prova inconfutabile.

Heart of the Swarm è considerabile come una vera e propria espansione del principale Starcraft 2.

Ciò significa che quel che aspetta i giocatori è un corposo update riguardo le quest giocabili (ben 20 se la memoria non mi inganna) riproponendo al contempo un tema molto caro al sottoscritto, ovvero la perdita di memoria del personaggio chiave e successivi imprevisti derivanti dalla caccia ai ricordi perduti.

Il comparto multiplayer risulterà ampliato in tutte le sue funzioni, permettendo strategie non attuabili in precedenza.

Ottimo incentivo è l’introduzione di nuove unità per i vari fronti di guerra, il che suggerisce che Blizzard abbia finalmente ascoltato quella minima sezione critica che sosteneva la loro imparità nel momento in cui scontrarsi diveniva inevitabile: vi è quindi un naturale bilanciamento a cui affidarsi, smontando eventuali punti deboli di alcuni fronti per offrire una esperienza di gioco il più equilibrata e divertente possibile.

Oh, quasi dimenticavo: con Starcraft si parla naturalmente di ambientazioni dal carattere sci-fi, motivo per cui gli appassionati del genere non dovrebbero farselo sfuggire.

2 thoughts on “Heart of the Swarm: opinioni ed aspettative

  1. GD Star Rating
    loading...

    Non sono molto d’accordo sul fatto che Starcraft sia un brand minore rispetto a WoW.

    E` vero che alla Blizzard in termini economici WoW rende di piu`, ma questo è principalmente a causa del fatto che richiede il pagamento di un canone ogni mese, piu` che per la fama del brand.

    Se andiamo a vedere i numeri di vendita, WoW mi sembra che si aggiri attorno ai 12-13 milioni di copie vendute, mentre il primo Starcraft (quello del 1998) è sugli 11 milioni di copie vendute.

    Inoltre al momento non sono aggiornato sui dati di Starcraft 2, ma all’uscita ha battuto ogni record di vendita per gli strategici vendendo 3 milioni di copie nella prima settimana e almeno 6 milioni nei primi 6 mesi! (fonte: http://www.gamemag.it/news/blizzard-vendite-da-record-per-starcraft-ii_33455.html ).

    Senza contare poi che la korea ha adottato Starcraft (1 e 2) come sport nazionale, e nel resto del mondo viene comunque trattato come uno sport a tutti gli effetti, con tanto di telecronache in streaming di partite e tornei (anche in italia, che è tutto un dire!).

    Tutto questo per dire che mi sembra piuttosto riduttivo considerarlo un brand minore rispetto a WoW.. 😀

    1. GD Star Rating
      loading...

      Direi che sono messi sullo stesso piano per quanto riguarda successo e copie vendute, mentre per quanto riguarda il tempo dedicato allo sviluppo, purtroppo WoW è messo in primis.
      Per non parlare poi della pubblicità e dei gadget, che vanno dalle carte alle action figure.
      Ti ricordi quanto hanno ritardato il lancio di Starcraft 2?
      Cavolo mi è sembrato un secolo il tempo di uscita da quando lo annunciarono. Invece con WoW è tutto diverso: patch a volontà ed hanno persino annunciato Pandaria a fine 2011, che uscirà poi a fine 2012 (se non erro).

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top