Sei in
Home > Gaming > Guild Wars 2: cenni ed info

Guild Wars 2: cenni ed info

Il primo Guild Wars fu un titolo molto apprezzato nonostante la concorrenza nel suo genere fosse e resta tuttora spietata: il successo che riuscì a portarlo alla pari di diretti avversari come World of Warcraft ha portato gli sviluppatori a considerare un suo seguito, ufficializzato come Guild Wars 2 ma di cui non è ancora stata confermata una data di uscita ufficiale.

Il titolo in questione è un MMORPG dai toni alternativi, che fa del suo punto di forza la possibilità di combinare a proprio piacimento gli elementi contraddistintivi dei propri avatar: razza, job, peculiarità – tutto personalizzabile secondo le proprie esigenze ponendo quindi come unico limite la propria fantasia.

Una fase di beta testing è stata condotta nel corso del 2011, al fine di far provare direttamente ai giocatori quel che sarebbe stata una (seppure approssimativa) prima esperienza di gioco.

Inoltre, durante lo scorso Gamescon è stato possibile usufruire di una prima demo che mostrasse in anteprima alcuni dettagli inediti e le novità basilari introdotte nel sistema di gameplay: nonostante un limite predeterminato ed attestabile sui 40 minuti, in molti hanno avuto la possibilità di immedesimarsi in una delle quattro professioni finora conosciute e dar sfogo alla loro vena bellica nei combattimenti proposti di volta in volta.

Una delle feature più insolite per un videogame del suo genere è la possibilità di server switching: anche se tale chance è ridotta a dei limiti di tempo ben precisi, viene comunque concessa una discreta dose di libero arbitrio.

Infine, il secondo capitolo dovrebbe aggiungere numerose variabili da tenere in considerazione durante le proprie esplorazioni:

  • un ciclo continuo di passaggio dal giorno alla notte, con annesso cambiamento dei paesaggi e della fauna locale;
  • possibilità di interagire con l’ambiente circostante, rendendolo un possibile aiuto oppure ostacolo nel corso dei combattimenti;
  • facoltà di poter effettuare immersioni, aggiungendo quindi anche delle sessioni di esplorazione subacquea.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top