Sei in
Home > Gaming > Flappy Bird: come un gioco diventa virale

Flappy Bird: come un gioco diventa virale

Flappy Bird

Apple Store conta più di circa 50.000 videogiochi, suddivisi (non equamente) tra grandi publisher, singoli individui, gratuiti o a pagamento (tralasciamo i freemium, nuovo “cancro” dei giochi…). E allora come si fa a far emerge una propria creazione? Dobbiamo chiederlo a Dong Ngyuen, sviluppatore del controverso Flappy Bird che fino ad una settimana fà era disponibile su iTunes e PlayStore, ora rimosso perché “creava dipendenza” a detta del suo creatore. La cosa più straordinaria è che a quanto pare il videogioco (pur essendo distribuito in maniera gratuita) raccoglieva ben 50.000 dollari al giorno in pubblicità dopo ben 50 milioni di download.

Sono numeri che un grande team è abituato a fare ma è estremamente difficile per un ragazzo vietnamita di 22/23 anni riuscire a raggiungere così tante persone. Paradossalmente è come se il 90% della popolazione italiana abbia giocato a Flappy Bird (son sicuro che è andata così!). Un risultato spaventoso. Così come spaventosa la cifra che fruttava giornalmente, appunto. Ma come ha fatto Flappy Bird a diventare un successo commerciale?

I malpensanti pensano ai bot, altri invece a chissà quali sortilegi. La verità è una sola: Dong ha avuto solamente tanta fortuna. Tantissima fortuna e l’aiuto della nostra generazione “social addicted”, che ha sfruttato un buon passaparola. E’ proprio grazie a qualche pagina social con tantissimi like che ha diffuso ed informato i propri fans dell’esistenza di un giochino come il suo. D’altronde, quante volte abbiamo inondato il nostro smartphone di applicazioni totalmente inutili giusto perché ci annoiavamo?

Quindi se pensante di potervi buttare anche voi in questo mondo, pensando di guadagnare quanto un manager di qualche azienda guadagna in un anno in breve tempo, purtroppo sappiate che il 99% fallisce. E si fa anche tanto male.

Flappy Bird: come un gioco diventa virale, 5.0 out of 5 based on 2 ratings

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top