Una nuova minaccia informatica: il malware Flame




VN:F [1.9.22_1171]
VOTA L'ARTICOLO
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)

Flame è un virus nato da poco (Maggio 2012), eppure è già conosciuto a livello mondiale come il “malware che distrugge i file delle reti informatiche”. E’ il software responsabile del cyberattacco contro l’Iran, capace di cancellare i file dal computer infetto.
Flame è in grado di rubare le informazioni personali, ma non solo, in quanto segue ogni singola mossa dell’utente, sapendo cosa scrive, dove lo scrive e anche con chi parla tramite chat vocale.
La Symantec, famosa azienda statunitense per la salvaguardia web, ritiene appunto, che Flame possa in qualche modo cancellare, oltre ai dati personali, anche i file relativi al funzionamento della macchina. Ciò, quindi, è un vero e proprio killer informatico, come afferma Vikram Thakur – “Gli hacker hanno la capacità di cancellare qualunque cosa dal computer e non è una potenzialità da esprimere ma reale.”
Scoperto per primo da Kaspersky Lab, Flame risulta essere partito all’attacco da Israele e/o Stati Uniti, attaccando i server dell’Iran e altri paesi del medio Oriente.
Gli USA sono rimasti silenti, a differenza di Moshe Ya’alon, primo ministro israeliano, che ha negato qualsiasi coinvolgimento.

Il sistema operativo attaccato è il gioiello di casa Microsoft, Windows, che ha rilasciato, nelle prime due settimane di Luglio, degli aggiornamenti importanti per la salvaguardia da questo malware (per ulteriori informazioni vedi qui).

Una nuova minaccia informatica: il malware Flame, 5.0 out of 5 based on 1 rating