Sei in
Home > Microsoft & altri mondi > Tool di Grafica > Ridimensionare una fotografia correttamente senza perdere la qualità

Ridimensionare una fotografia correttamente senza perdere la qualità

A volte capita di voler stampare una fotografia o di utilizzarla come sfondo di Windows ma essa ha una risoluzione troppo bassa.
Ingrandire la foto potrebbe significare una perdita della qualità dell’immagine, ma adottando dei piccoli trucchetti è possibile aumentare la dimensione della foto senza rovinarla eccessivamente anche partendo da pochi pixel.
Per fare ciò non è necessario possedere un copia del costoso Photoshop, ma basta anche un software di fotoritocco più economico come The Gimp.

Nella nostra guida però utilizzaremo come riferimento la suite di paint shop pro, in questo caso quindi utilizzando Corel Paint Shop Pro Photo dobbiamo aprire il menù Immagine e scegliere la voce Ridimensiona mentre se usiamo Photoshop indicare invece, nell’ultimo passaggio, Dimensione immagine.

Dalla finestra che apparirà in Corel Paint Shop, si possono notare diverse impostazioni tra le quali Tipo di ricampionamento. Fra i vari tipi ci sono: vicino più prossimo, bicubico e bilineare.

Il vicino più prossimo è più semplice e veloce ma generalmente produce un output di minor qualità, con questa tecnica infatti si permette di assegnare ad ogni nuovo pixel che viene il valore del pixel più vicino. Si tratta di una sorta di duplicazione che spesso porta il problema che le immagini presentano deformazioni “a scaletta” soprattutto negli oggetti lineari.

Con bicubico le fotografie sono ingrandite usando un algoritmo che ricalcola ogni pixel usando un campo di 4×4 pixel adiacenti. Questo algoritmo permette di ottenere immagini più contrastate.

Il tipo lineare è un po’ più semplice, si usa un’interpolazione basata su un’area di 2×2 pixel.

Non si osservano più le scalette presenti in seguito all’interpolazione Vicino più prossimo, ma viene alterata la brillantezza del pixel di origine. Quando si aumentano le dimensioni di un’immagine non scegliere un rapporto alto ma procedi per passi del 5% o del 10% cosicché le transizioni sono migliori e più precise. Ad esempio se desideri ingrandire l’immagine del 20%, fai 4 ridimensionamenti del 5% per ottenere un risultato accettabile.

Autore: Greenhawk

Top