Sei in
Home > GNU/Linux > Raspberry Pi, un computer GNU/Linux a 35$

Raspberry Pi, un computer GNU/Linux a 35$

Tra qualche giorno dovrebbe arrivare negli store online il tanto discusso Rasperry Pi. Per chi ancora non ne avesse sentito parlare, si tratta di un computer basato su processore con architettura ARM (come quello della maggior parte dei dispositivi mobili) che potrebbe dare il via ad una piccola rivoluzione nel mondo dell’informatica. Infatti, si tratta di un computer grande quanto una carta di credito che permette di fare la maggior parte delle cose che si fanno con un comune pc. Nonostante sia di dimensioni molto limitate, assomiglia di più ad un computer da scrivania, in quanto necessita di dispositivi di input (tastiera e mouse) e di output (monitor o TV) esterni. Il prezzo è veramente esiguo, circa 35$, e per questo sta facendo gola a molte persone che sono in attesa dell’uscita ufficiale. Tempo fa la prima versione di Rasperry Pi era uscita in tiratura limitata a 25$ e aveva fatto sold-out in poche ore.

Ovviamente, dato il prezzo e le dimensioni, le caratteristiche tecniche di Raspberry Pi non sono particolarmente avanzate. Ecco a voi i dati tecnici:

  • Processore Broadcom BCM2835 700MHz ARM1176JZFS con FPU e GPU Videocore 4
  • La GPU supporta Open GL ES 2.0, l’accelerazione hardware per OpenVG e la decodifica H.264 high-profile 1080p30
  • La GPU è capace di 1 Gpixel/s, 1.5 Gtexel/s o 24 GFLOPs con texture filtering e infrastruttura DMA
  • 256 MB RAM
  • Boot da scheda SD con Linux, distribuzione Fedora
  • Presa Ethernet 10/100 BaseT
  • Presa HDMI
  • Presa USB 2.0
  • Presa video RCA
  • Slot per scheda SD
  • Alimentazione tramite presa microUSB
  • Uscita audio per jack da 3,5 mm
  • Dimensioni: 85,6×53,98×17 mm

Nonostante RAM e CPU non siano particolarmente prestanti, è da notare come la scheda video supporti la riproduzione in alta definizione. Inoltre, la presa video RCA e l’uscita HDMI lo rendono particolarmente adatto per essere collegato ad un televisore, compresi i modelli più datati (presa RCA). Il sistema operativo e i dati si troveranno in una scheda SD, che potrà essere sostituita in seguito da un hard disk esterno. Nativamente il sistema operativo installato sarà una particolare versione di Fedora, “Fedora 14 Remix”, ma sul sito del progetto sono già disponibili per il download i dati necessari ad installare una versione derivata da Debian e un’altra da Arch Linux.

Il progetto Raspberry Pi nasce per insegnare l’uso del computer e della programmazione ai bambini di tutto il mondo, ma considerate le potenzialità e il prezzo non saranno solo quest’ultimi a voler godere di questo fantastico dispositivo. Noi di OpenGeek siamo in attesa dell’uscita ufficiale per poterci mettere le mani e vederlo all’opera. Nel frattempo, potete trovare ulteriori informazioni sul sito ufficiale del progetto: www.raspberrypi.org

Raspberry Pi, un computer GNU/Linux a 35$, 4.7 out of 5 based on 6 ratings
$accesspress_mag_show_footer_switch = of_get_option( 'footer_switch', '1' ); $accesspress_mag_footer_layout = of_get_option( 'footer_layout' ); $accesspress_mag_sub_footer_switch = of_get_option( 'sub_footer_switch', '1' ); $accesspress_mag_copyright_text = of_get_option( 'mag_footer_copyright' ); $accesspress_mag_copyright_symbol = of_get_option( 'copyright_symbol', '1' ); $trans_top = of_get_option( 'top_arrow', 'Top' ); if( empty( $trans_top ) ) { $trans_top = __( 'Top', 'accesspress-mag' ); } ?>