Sei in
Home > GNU/Linux > L’antifurto per il nostro portatile, con Prey possiamo rintracciare il pc rubato

L’antifurto per il nostro portatile, con Prey possiamo rintracciare il pc rubato

Molto spesso vengo contattato da amici che disgraziatamente hanno smarrito o molto spesso sono stati derubati del loro pc portatile. Il più delle volte mi limito a consigliare loro di sporgere denuncia al primo comando dei carabinieri portando con se il  MAC Address della loro scheda di rete. Come diceva un vecchio proverbio però, prevenire è meglio che curare vi illustro quindi un applicazione che sicuramente potrà fare al caso vostro e vi permetterà di avere qualche chance in più per rintracciare il vostro portatile rubato.

Stiamo parlando di Prey, un progetto completamente open sources sviluppato dalla Fork Ltd che sta riscuotendo consenso da parte di molti. L’applicazione permette di ottenere dati interessanti sull’ utilizzatore del dispositivo fornendo un analisi su:

  • Informazioni sullo stato generale del computer;
  • Programmi in esecuzione;
  • Connessioni web attive;
  • Informazioni sulla rete wi-fi e sulla rete ethernet se il computer la sta utilizzando
  • Stampa dello schermo
  • Chicca finale…La foto dell’utilizzatore del pc nel caso in cui lo stesso sia provvisto di webcam

UTILIZZO DEL SERVIZIO E INSTALLAZIONE:

Per poter usufruire di tale servizio occorre seguire alcuni brevissimi passaggi. Per prima cosa occorre iscriversi gratuitamente al servizio per ottenere un account, ci verrà quindi inviata una mail di conferma e successivamente dovremo loggarci sul nostro pannello di gestione nel sito. Procediamo poi con l’inserimento di un dispositivo cliccando su Add new devices indicando anche il sistema operativo utilizzato e fornendo un nome al notebook.

Possiamo notare a questo punto la device key del dispositivo, un codice univoco che lo identifica, prendiamo nota  e proseguiamo nel download dell’applicazione. Prey fortunatamente è disponibile per numerose piattaforme, lo troviamo infatti per Mac, Windows e ovviamente  anche per Linux pacchettizzato sia per Ubuntu 32/64 bit e per ogni tipo di distribuzione mediante codice sorgente.

Dopo l’installazione la configurazione del nostro antifurto per pc è quasi terminata, non ci resta infatti che avviare scegliendo l’opzione Prey + Control Panel ed inserire l’API KEY e il DEVICE KEY due codici disponibili all’interno del nostro pannello di controllo sul sito.

A questo punto Prey rimarrà in esecuzione in modalità stealth e per noi sarà possibile controllarlo anche tramite il nostro account. Vi lascio concludendo con la stessa frase inserita dagli sviluppatori nel programma…”Speriamo che non dobbiate mai utilizzare questo programma” 🙂

L'antifurto per il nostro portatile, con Prey possiamo rintracciare il pc rubato, 5.0 out of 5 based on 2 ratings
$accesspress_mag_show_footer_switch = of_get_option( 'footer_switch', '1' ); $accesspress_mag_footer_layout = of_get_option( 'footer_layout' ); $accesspress_mag_sub_footer_switch = of_get_option( 'sub_footer_switch', '1' ); $accesspress_mag_copyright_text = of_get_option( 'mag_footer_copyright' ); $accesspress_mag_copyright_symbol = of_get_option( 'copyright_symbol', '1' ); $trans_top = of_get_option( 'top_arrow', 'Top' ); if( empty( $trans_top ) ) { $trans_top = __( 'Top', 'accesspress-mag' ); } ?>