Sei in
Home > GNU/Linux > Come settare il Raspberry per renderlo un Access Point WiFi

Come settare il Raspberry per renderlo un Access Point WiFi

raspberry access point

Cari lettori di OpenGeek, oggi torniamo a parlare del mitico Raspberry, la single board più famosa del momento. In precedenza vi abbiamo mostrato come creare con aircrack un FakeAP (non su Raspberry, ma la cosa è assolutamente replicabile). Oggi vogliamo mostrarvi invece come rendere il Raspi un piccolo access point wireless, da potere usare per collegarci ad internet. Può tornare utile per esempio se vi si dovesse rompere il router che usate normalmente 🙂 .

Bando alle ciance e iniziamo subito a vedere come ottenerlo!

Requisiti:

  • Raspbian
  • Cavo ethernet
  • Dongle USB WiFi
  • Connessione SSH (per chi vuole operare in remoto, altrimenti potete benissimo usare come fate di solito)

Dongle USB:

Questa parte merita almeno due righe tutte sue: infatti, installare un dongle wireless su una distro Linux non è sempre facile. Per questo potete scaricare il dongle linkato poco più in su o scaricate la iso di “Occidentalis” (versione modificata di Raspbian), oppure vi installate “rpi-update” e aggiornate il firmware del Raspberry. In ogni caso più avanti sarà necessario apportare delle modifiche. Per controllare che sia effettivamente installato digitate in un terminale il comando “ifconfig -a” e verificate la presenza di wlan0.

Procedimento – Operazioni preliminari:

  1. Aprite un terminale e digitate: sudo apt-get update
  2. Quindi digitate:  sudo apt-get install hostapd isc-dhcp-server ——–> installazione dei pacchetti occorrenti
  3. Ora iniziamo a modificare la configurazione del DHCP: sudo nano /etc/dhcp/dhcpd.conf 
  4. Commentate aggiungendo un “#” davanti ad ogni riga: option domain-name “example.org”;
    option domain-name-servers ns1.example.org, ns2.example.org;
  5. A questo punto cercate la riga: # If this DHCP server is the official DHCP server for the local
    # network, the authoritative directive should be uncommented.
    #authoritative;
  6. Decommentate quindi “#authoritative;” rimuovendo il cancelletto.
  7. Ora recatevi sul fondo del file e inserite:
        subnet 192.168.42.0 netmask 255.255.255.0 {
        range 192.168.42.10 192.168.42.50;option routers 192.168.42.1;
        default-lease-time 600;
        max-lease-time 7200;
        option domain-name “local”;
        option domain-name-servers 8.8.8.8, 8.8.4.4;
      }
  8. Ora salvate con “CTRL+X”
  9. Dove c’è il parametro INTERFACES modificate la riga con: INTERFACES=”wlan0″
  10. Settate il WiFi in modo che abbia un indirizzo statico: sudo nano /etc/network/interfaces
  11. Aggiungete verso la fine:
        iface wlan0 inet static
        address 192.168.42.1
        netmask 255.255.255.0

    staticip

  • Fine

Procedimento – Configurazione dell’ AP:

  1. Aprite un terminale
  2. Digitate: sudo nano /etc/hostapd/hostapd.conf
  3. Inserite:
        interface=wlan0
        driver=rtl871xdrv
          ssid=

    Pi_AP

        hw_mode=g
          channel=

    6

        macaddr_acl=0
        auth_algs=1
        ignore_broadcast_ssid=0
        wpa=2
          wpa_passphrase=

    Raspberry

        wpa_key_mgmt=WPA-PSK
        wpa_pairwise=TKIP
      rsn_pairwise=CCMP

    N.B. Le parti in VIOLA potete modificarle come più vi aggrada. “rtl871xdrv” indica il driver usato per l’ USB Dongle mostrato prima, se ne usate uno diverso va cambiato con il nome del modulo adeguato.

  4. Ora digitate: sudo nano /etc/default/hostapd
  5. Alla voce #DAEMON_CONF=”” e modificatelo con: DAEMON_CONF=”/etc/hostapd/hostapd.conf”
  6. Settiamo quindi i parametri di NAT, per farlo digitate: sudo nano /etc/sysctl.conf
  7. A fine file inserite: net.ipv4.ip_forward=1
  8. A questo punto digitate anche il comande seguente per attivare subito la configurazione: sudo sh -c “echo 1 > /proc/sys/net/ipv4/ip_forward
  9. Ora digitate i seguenti comandi per fare prendere le impostazioni corrette al sistema:
    1. sudo iptables -t nat -A POSTROUTING -o eth0 -j MASQUERADE
    2. sudo iptables -A FORWARD -i eth0 -o wlan0 -m state –state RELATED,ESTABLISHED -j ACCEPT
    3. sudo iptables -A FORWARD -i wlan0 -o eth0 -j ACCEPT
  10. Per evitare di digitare tutto ad ogni riavvio digitate anche: sudo sh -c “iptables-save > /etc/iptables.ipv4.nat”
  11. Quindi aprite il file: sudo nano /etc/network/interfaces
  12. E aggiungete alla fine: up iptables-restore < /etc/iptables.ipv4.nat
  13. Fine

Procedimento – Update di Hostapd:

  1. Aprite il terminale e date: cd /tmp 
  2. Scaricate nella cartella “tmp” i driver dal sito Realtek: LINK
  3. Quindi dezzippate: sudo unzip RTL8188C_8192C_USB_linux_v4.0.2_9000.20130911.zip
  4. Spostatevi nella cartella appena estratta con: cd RTL8188C_8192C_USB_linux_v4.0.2_9000.20130911
  5. E ancora: cd wpa_supplicant_hostapd
  6. Estraete l’ archivio: sudo tar -xvf wpa_supplicant_hostapd-0.8_rtw_r7475.20130812.tar.gz
  7. Entrate quindi nella cartella: cd wpa_supplicant_hostapd-0.8_rtw_r7475.20130812
  8. E entrate nella sottocartella: cd hostapd
  9. Quindi date: sudo make
  10. E fate partire l’ installazione: sudo make install
  11. Ora date i seguenti comandi in sequenza:
    sudo mv hostapd /usr/sbin/hostapd
    sudo chown root.root /usr/sbin/hostapd
    sudo chmod 755 /usr/sbin/hostapd
  12. Fine

TEST e conclusione:

  1. Aprite il terminale e digitate il seguente comando per verificare la configurazione:  sudo /usr/sbin/hostapd /etc/hostapd/hostapd.conf
    testap
  2. Startate il servizio con: sudo service hostapd start 
  3. E con: sudo service isc-dhcp-server start
  4. Per fare partire i rispettivi servizi all’ avvio digitate: sudo update-rc.d hostapd enable 
  5. E quindi: sudo update-rc.d isc-dhcp-server enable
  6. Per sicurezza rimuovete WPA-Supplicant, che potrebbe dare problemi: sudo mv /usr/share/dbus-1/system-services/fi.epitest.hostap.WPASupplicant.service ~/
  7. Riavviate con: sudo reboot
  8. Fine

E’ tutto, a questo punto dovreste poter vedere il vostro Access Point e collegarvi senza problemi con qualunque dispositivo.

Come settare il Raspberry per renderlo un Access Point WiFi, 5.0 out of 5 based on 6 ratings
Top