Automatizzare la pulizia di sistema con cron




VN:F [1.9.22_1171]
VOTA L'ARTICOLO
Rating: 4.5/5 (4 votes cast)

cron linuxCome già detto in un precedente articolo tenere il sistema pulito è importante per la sua stabilità, efficienza, performance.
Ma visto che la cosa ideale sarebbe effettuare questa operazione periodicamente sarebbe meglio demandarla ad un servizio apposito di Linux. Il servizio in questione è cron, che in Linux è proprio quello che si occupa della pianificazione delle operazioni.
Ora, ammettiamo di aver redatto il nostro script di pulizia clean.sh, non ci resta che pianificarne l’esecuzione.
In un sistema Linux è presente un file di cron del sistema, quello editato come root che si trova in /etc/crontab, ed un file di cron per ogni utente, che si trova invece in /var/spool/cron/crontabs.
Per visualizzare il proprio file di cron è sufficiente digitare:

crontab -l

mentre per editarlo il comando è il seguente:

crontab -e

Si aprirà l’editor testuale di default nel quale possiamo cominciare a scrivere il nostro cron.
La sintassi è la seguente

minuti ore giorno_del_mese_(1-31) mese giorno_della_settimana_(lun-dom) comando

Facciamo un esempio per eludere ogni dubbio.

12 03 * * 1,4 /path/clean.sh

significa che la pulizia del sistema verrà effettuata ogni lunedì e giovedì alle ore 3 e 12 minuti.
Mi raccomando: ricordate di rendere eseguibile il file; se la pulizia deve essere di sistema e non soltanto della parte utente va editato dando il comando

sudo crontab -e

Inoltre, se volete inserire dei comandi eseguibili soltanto da root siete “obbligati” a creare un cron di sistema.
Ovviamente l’utilità di questo servizio di pianificazione non è limitata soltanto alla pulizia del sistema ma un altro esempio lapalissiano è il backup dei dati. Ovviamente le utilità sono molte, a voi decidere come utilizzarle, ce n’è da che sbizzarrirsi.
Buon divertimento!

Automatizzare la pulizia di sistema con cron, 4.5 out of 5 based on 4 ratings