Sei in
Home > GNU/Linux > Aprire e configurare un server Minecraft su RaspberryPi

Aprire e configurare un server Minecraft su RaspberryPi

raspberry minecraft

Tramite questa semplice guida oggi andremo a vedere come installare un server Minecraft su RaspberryPi per giocare con qualche amico. Tutto questo assumendo che sappiate già come fare:

  • Port forwarding ——> ogni router ha il suo metodo, Google è vostro amico.
  • Installare Debain su MicroSD

In se non cambia nulla tra configurare un server su un Raspi o su un PC normale, le vere differenze stano nella potenza di calcolo… Ovviamente il povero Raspi è “debole”, ma se avete due o tre amici con cui giocare andrà più che bene. Tenete presente che come ogni server Minecraft ci sarà un numero di “slot” che potranno essere effettivamente usati. Certo, potete giocare anche in 100, ma il Raspi collasserà alla prima costruzione. Fate un overclock, comprate dei dissipatori e possibilmente tenetelo raffreddato.

Preparazione Pi:

  • Aggiornate il Raspberry con: sudo apt-update e sudo apt-upgrade
  • Digitate raspi-config e utilizzate il menù per eseguire l’ overlclock (non strettamente necessario) e abilitare l’ SSH
  • Disattivate l’ auto avvio della sessione grafica

Procedimento – Java:

Se avete l’ ultima versione di Debian aggiornata questa parte non serve, in quanto Java è già integrato.

  1. Aprite il terminale e digitate: sudo mkdir /java/
  2. Andate su https://jdk8.java.net/download.html e copiatevi il link dell’ ultima versione disponibile
  3. Ora digitate: sudo wget –no-check-certificate http://www.java.net/download/jdk8/archive/b111/binaries/jdk-8-ea-b111-linux-arm-vfp-hflt-09_oct_2013.tar.gz (la parte in viola è riferita al link nel punto 2)
  4. Successivamente estraete l’ archivio con: sudo wget –no-check-certificate http://www.java.net/download/jdk8/archive/b111/binaries/jdk-8-ea-b111-linux-arm-vfp-hflt-09_oct_2013.tar.gz
  5. Dopo l’ estrazione date il seguente comando per vedere la versione di java: sudo /opt/jdk1.8.0/bin/java -version
  6. Fine

Procedimento – Spigot:

Di server Minecraft ce ne sono molti, il più noto è Bukkit ma è un po’ pesante, noi metteremo una variante, lo Spigot, che è dedicato a server poco potenti.

  1. Aprite il terminale e digitate: sudo wget http://ci.md-5.net/job/Spigot/lastSuccessfulBuild/artifact/Spigot-Server/target/spigot.jar
  2. Ora per startarlo digitate: sudo /opt/jdk1.8.0/bin/java -Xms256M -Xmx496M -jar /home/pi/spigot.jar nogui
  3. Ora aspettate che tutti i file vengano estratti, ci vorrà un bel po’
  4. A questo punto terminatelo e digitate: sudo nano server.properties
  5. Ora siete pronti a modificare i parametri del server
  6. Fine

Procedimento – Modifiche al server:

Al suo interno il file di configurazione è più o meno come quello che segue, vi evidenziamo i parametri importanti in blu.

#Minecraft server properties
#Gen 02 22:53:51 UTC 2014
generator-settings=false
allow-nether=false
level-name=world ——-> nome del server
enable-query=false
allow-flight=false
server-port=25565 ——-> la porta sulla quale fare girare il server
level-type=DEFAULT
enable-rcon=false ——> utile se si vogliono usare app di terze parti per monitorare il server
force-gamemode=false
level-seed=
server-ip= ——-> inserite l’ IP che volete dare al vostro server
max-build-height=256
spawn-npcs=true
white-list=false ——-> non credo abbiate bisogno di inserire una whitelist di utenti essendo un server privato
spawn-animals=true
texture-pack= ——-> inserire una texture pack leggera aiuterà a diminuire il carico di lavoro
snooper-enabled=true
hardcore=false
online-mode=true
pvp=true
difficulty=1
player-idle-timeout=0
gamemode=0
max-players=20
spawn-monsters=true
view-distance=5
generate-structures=true
spawn-protection=16
motd=A Minecraft Server

Una volta completate le ultime modifiche digitate: sudo /opt/jdk1.8.0/bin/java -Xms256M -Xmx496M -jar /home/pi/spigot.jar nogui e il server ripartirà.

BONUS – Utilizzo di No-IP:

Se volete assegnare un nome personalizzato al vostro IP potete ricorrere a No-IP. Recatevi quindi sul sito e registratevi e successivamente create un host (non ci soffermiamo sul come farlo, ma è piuttosto facile)

  1. Aprite il terminale e digitate: sudo cd /usr/local/src/
  2. Scaricate il tool: sudo wget http://www.no-ip.com/client/linux/noip-duc-linux.tar.gz
  3. Estraetelo: sudo tar xf noip-duc-linux.tar.gz
  4. Entrate nella cartella: sudo cd noip-2.1.9-1/
  5. Installatelo: sudo make install
  6. Create il file di configurazione: sudo /usr/local/bin/noip2 -C
  7. Vi verranno chieste le credenziali di login al sito, inseritele
  8. Vi chiederà anche quale hostname utilizzare, attenti a quello che gli dite (in base alle vostre esigenze, potreste anche modificare gli hostname che vanno verso altre direzioni)
  9. Successivamente digitate: sudo /usr/local/bin/noip2
  10. Fine

 

 

 

 

Aprire e configurare un server Minecraft su RaspberryPi, 5.0 out of 5 based on 6 ratings
Top