Sei in
Home > Gaming > Recensione e problemi con Battlefield Bad Company 2, le mie opinioni.

Recensione e problemi con Battlefield Bad Company 2, le mie opinioni.

Ho pensato di condividere la mia esperienza e le mie considerazioni riguardo a BF a distanza di qualche mese dall’acquisto.

Preciso anzitutto che si tratta del primo Battlefield che gioco attivamente, ho saltato i precedenti capitoli per una serie di fattori come l’impegno in clan di altri giochi o lo scarso interesse per gli fps con ambientazione “realistica”. Sono molto critico su questo tipo di giochi, preferisco i meno pretenziosi Quake e Unreal Tournament, arcade e coscienti di esserlo fino in fondo.

Quando ho iniziato a giocare a BF mi sono reso conto che i DICE hanno fatto un ottimo lavoro per rendere il gameplay dinamico, con pause perlopiù legate all’attesa per il respawn. In generale quando si spunta nella mappa si è già nella mischia o a breve distanza da essa. Purtroppo non è difficile morire a ripetizione diverse volte ma questo è un “problema” comune a tutti gli fps che permettono i respawn durante un round/partita.

Le classi in generale non sono particolarmente bilanciate ma funzionano nell’economia complessiva del gioco.

Ad esempio il recon (cecchino) è molto vulnerabile al fuoco di risposta, un discreto giocatore è in grado di colpire un cecchino da lontanissimo usando sia il medic sia l’assault, se equipaggiati con le armi giuste. Questo nella modalità di gioco base mentre in hardcore, dove diventa impossibile segnalarne la presenza sulla minimappa, un cecchino può diventare quasi invisibile e introvabile in certe mappe che hanno una folta vegetazione. Può comunque essere segnalato sulla mappa grande ma dato che non compare l’indicatore nell’hud e che la mappa grande occupa buona parte della schermata un cecchino lontano è ragionevolmente sicuro di passarla liscia. Il risultato è che in alcuni server hardcore la classe è bannata.

L’assault è sostanzialmente indipendente, finchè non muore se conquista una posizione favorevole può mantenerla virtualmente all’infinito potendo depositare delle munizioni molto più rapidamente di quanto non possa consumarle. Forse si tratta della classe con l’assortimento più ricco di armi automatiche in grado di scegliere sia la precisione che il volume di fuoco senza dover fare rinunce.

Il medic è la classe che consente di fare più punti in assoluto. Anche facendo pochissime uccisioni è sufficiente piazzare un paio di medikit nei punti più caldi e, stando un passo indietro, resuscitare i cadaveri degli alleati, per fare valanghe di punti. è anche l’unica classe contro cui non funziona la tattica che mira a far esaurire il caricatore al nemico per poi contrattaccare: con caricatori che sono 3-6 volte più capienti di quelli delle armi automatiche delle altre classi trovare un medico sguarnito di munizioni diventa una scommessa dura da vincere. Il rovescio della medaglia è una scarsa efficacia nel corto raggio.

L’engineer è lo specialista dell’instant kill. Spesso si vedono i genieri usare esclusivamente i lanciarazzi che, se usati con abilità, uccidono sempre con un colpo solo (o inspiegabilmente lasciano il bersaglio illeso esplodendogli sotto i piedi). Le armi automatiche dell’engineer sono votate al corto raggio e spesso sono in grado di svuotare il caricatore in frazioni di secondo. Queste caratteristiche probabilmente rendono l’engineer la classe più pericolosa in un duello frontale a corto raggio.

Complessivamente BF è un gioco che perdona molto ai giocatori inesperti, ragionevolmente chiunque può pensare di entrare in un server e fare qualche frag. Per chi ama le azioni personali da ninja le cose si fanno abbastanza difficili invece: senza il supporto dei compagni di team (e in particolare di quelli di squadra) è molto difficile uccidere più di 2-3 avversari di fila. Lo stesso sistema dei livelli è, a mio parere, chiaramente tarato su un pubblico di giocatori che non sono progamer, lo conferma il fatto che entro il livello 23 (su 50) è possibile sbloccare tutte le armi e tutti i powerup per tutte le classi. Gli altri 27 livelli insomma sono puramente cosmetici. Gli achievement del gioco, ovvero i vari pin e veterancy rinforzano ulteriormente questa mia impressione: nessun giocatore pro sarebbe seriamente interessato ad essi mentre darebbe il massimo peso ai match del proprio clan. Concetti come mapcontrol, timing dei powerup e simili sono assenti se si escludono i punti di respawn dei mezzi leggeri e corazzati.

Da un punto di vista tecnico il gioco non presenta problemi gravi anche se a mio parere il motore grafico non è molto scalabile e ha requisiti relativamente elevati. Intendiamoci, niente che un discreto desktop per giocare non possa gestire ma su un portatile le cose cambiano drasticamente. Il mio che è piuttosto nuovo non è in grado di far girare il gioco a nessuna risoluzione nemmeno al livello minimo di dettaglio. In generale calando il livello di dettaglio grafico non alleggerirete più di tanto il carico sul vostro pc, in compenso vi troverete immagini decisamente bruttine. Credo che questo tipo di comportamento sia tipico di giochi che usano molto gli shader e l’ho riscontrato anche su Dawn of War 2.

Sono due i problemi particolari che ho avuto con BF, il primo è legato all’audio. La mia vecchia Audigy ha dei driver penosi per Windows 7, al punto che il microfono non funziona. Con la scheda integrata Realtek Azalia invece il gioco causa una schermata blu (BSOD). Questo mi ha obbligato ad utilizzare l’Audigy con XP per alcuni mesi, poi ho trovato la soluzione: USB audio. Una qualsiasi scheda audio USB non richiede alcun driver particolare o meglio usa un driver Microsoft incluso in windows. Per quanto si possa criticare Microsoft quale altro driver potrà assicurare una maggiore compatibilità e stabilità? E infatti come per magia tutti i problemi sono stati risolti e ora posso giocare con Windows 7. Il secondo problema è legato all’alt-tab, in particolare con skype: è capitato più volte che la finestra di skype sparisse. Non ho mai trovato una soluzione a questo problema che, fortunatamente, si verifica di rado.

In conclusione voglio fare un paio di considerazioni. Anche se i problemi col gioco non sono molti c’è da dire che il supporto in proposito non si è mai dato da fare più di tanto, l’impressione è che si tratti di un titolo per cui è stato previsto un ciclo di prodotto molto breve in grado di piacere a un vasto pubblico, incassare rapidamente e finanziare progetti successivi che utilizzano lo stesso engine. Non sono mai stati rilasciati tool per la produzione di mod e mappe che certamente la comunità avrebbe rilasciato allungando la vita del gioco. Se non erro poco dopo l’uscita di BF già venivano pubblicizzate le beta di altri giochi nella barra in basso della schermata principale… come dire: a buon intenditor poche parole.

Top