PS4: un nuovo pad, tante indiscrezioni




VN:F [1.9.22_1171]
VOTA L'ARTICOLO
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

ps4 pad

Il Sony Stream (nome puramente casuale) ha evidenziato quanto evoluta sarà la prossima generazione videoludica.

Non solo console, in quanto proprio ad inizio conferenza viene confermato il pad del futuro. Il DualShock 4 stupisce per diverse novità apportate alla periferica di controllo per eccellenza in casa Sony, prima fra tutte la sparizione dei tasti Start e Select tanto cari ai vecchi giocatori. Così come consolidato anche sulle portatili, ritroviamo invece il pulsante Playstation adibito a diverse funzioni di gestione del menu principale oltre a due inedite aggiunte: il tasto Share sembra la più interessante, in quanto adibito ad una serie di comandi che permetterà non solo di condividere le proprie partite con amici e conoscenti ma anche di invitarli nella sessione di gioco.

Nella parte centrale troviamo un altoparlante integrato, funzione a quanto sembra molto apprezzata dai team di sviluppatori che hanno provato ad integrare tale funzione nel tentativo di fornire un maggior coinvolgimento a livello sonoro. A tal proposito troviamo anche un jack audio, che permetterà l’utilizzo di una periferica esterna come cuffie oppure auricolari. Non risultano modificati i tasti che resero famoso il primo prototipo di controller Playstation, in particolar modo la croce direzionale tanto apprezzata dai giocatori.

E per quanto riguarda dettagli generici sulle funzionalità extra della console?

I pareri sono tanti, le indiscrezioni che trapelano anche più. Si vocifera che i giochi PS4 avranno un costo maggiore, ma che il formato del digital download ne potrà giovare grazie anche a tempi di scaricamento che andranno drasticamente a ridursi. Non si pone più il bisogno di scaricare un intero gioco, ma solo la porzione che interessa quel che il giocatore vuole sperimentare: quasi confermata la non compatibilità degli add-on PSN acquistati in precedenza tramite piattaforme PS3, mentre sembra essere una realtà il sistema di retrocompatibilità grazie allo streaming dei vecchi titoli con il supporto Gakkai. Insomma, contenti o no il futuro bussa alla porta.