Metal Gear Rising: Revengeance e DLC




VN:F [1.9.22_1171]
VOTA L'ARTICOLO
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

metal gear rising revengeanceAvete ancora a mente Revengeance?

Così come accadde per DmC e Max Payne 3, il titolo aggiuntivo alla già ben nota saga di Metal Gear ha subito più volte ritardi, reset, rielaborazioni e quant’altro. Kojima stesso non ha la minima intenzione di rilasciare un prodotto che non rispecchi in pieno le sue aspettative, motivo per cui (per il momento) è possibile deliziarci soltanto grazie ad info che trapelano con cadenza più o meno periodica. E che titolo next-gen sarebbe, se non fossero compresi i tanto odiamati DLC? Che piaccia o meno, i contenuti aggiuntivi sono il must di questa generazione.

Secondo quanto confermato da Kojima stesso (ed in qualche modo confermato tramite fonti nipponiche più o meno valide), Revengeance godrà di alcune missioni extra disponibili al lancio che possiamo fondamentalmente distinguere in VR e di carattere secondario, che andranno ad approfondire il background di alcuni personaggi lasciati in disparte durante la campagna principale. Questo è un dettaglio particolarmente interessante, perché ci pone nel dubbio che Raiden non sia l’unico personaggio giocabile previsto nel prossimo Metal Gear. A circa una ventina di giorni dal rilascio ufficiale, abbiamo inoltre il piacere di diffondere l’ultimo trailer pubblicato da Konami: indubbiamente le qualità grafiche di questo titolo sono a livelli stellari, così come si spera lo siano anche le dinamiche di gioco.

Il problema di fondo sta proprio qui: avendo già citato DmC, molti si saranno accorti di svariati video a tema dove anche affrontando il gioco a difficoltà estrema, fosse possibile portarlo a termine con l’ausilio di un solo pulsante premuto e ripremuto in continuazione: sacrificio tecnico a discapito di un impatto visivo superiore, o per lo meno da molti è stato catalogato a questo modo. Se Revengeance ha poco a che spartire coi precedenti capitoli della serie, si può comunque confidare in un livello di sfida quanto meno accettabile, che non vada a denigrare il brand stesso.

Pensate di comprarlo? Ancora indecisi? Nel frattempo, eccovi il trailer di riferimento.