Sei in
Home > Gaming > Etrian Odyssey Untold 2: provata la demo

Etrian Odyssey Untold 2: provata la demo

etrian odyssey untold 2 demo

Vi abbiamo promesso una panoramica dettagliata dei titoli RPG in arrivo su 3DS e, dopo la nostra introduzione ad un ottimo The Legend of Legacy, è il momento di parlare di Etrian Odyssey Untold 2: The Fafnir Knight. Ennesimo titolo della odiamata serie SRPG di Atlus e gioco dal nome tanto prolisso quanto lo è spiegarne nel dettaglio ogni dinamica, ci limiteremo ad illustrarvi ciò che viene presentato nella demo già disponibile in forma gratuita su eShop. Si torna ed esplorare Yggdrasil!

Il Cavaliere di Fafnir

I primi minuti di gioco di Etrian Odyssey Untold 2 ci introducono subito a quelli che saranno alcuni dei personaggi giocabili a nostra disposizione: uno rappresenta a tutti gli effetti il nostro avatar (al quale potremo ovviamente dare il nome che preferiamo) e l’altro è il suo amico Flavio, entrambi cresciuti nella Biblioteca di Midgar. Nome forse familiare… si tratta della stessa organizzazione già introdotta nel primo Untold e casa di Arthur, Raquna e Simon, alcuni dei protagonisti del gioco precedente. Lo scopo della nobile Biblioteca di Midgar non sembra essere mutato più di tanto dalla scorsa volta: raccogliere informazioni e registrare eventi importanti al fine di tracciare il percorso della storia, lasciandone impronta tangibile per i posteri. Il compito a noi affidato è invece quello di scortare la principessa Arianna (terzo membro del party) nelle rovine di Ginnungagap, luogo in cui essa si sottoporrà ad un rituale dalle premesse alquanto vaghe. L’esplorazione di Yggdrasil, alternata ai tentativi di farsi strada tra i detriti di cui Ginnungagap è ricca, ci porterà a fare la conoscenza degli ultimi due componenti del nostro team: Chloe e Bertrand, uno strano duo che impareremo a conoscere meglio col proseguire degli eventi. Queste sono grossomodo le premesse dello Story Mode di EOU 2: The Fafnir Knight, ma è solo una parte di quel che il gioco può offrirvi!

Untold e Retold

Abbiamo parlato della porzione di storia che non ci fu originariamente raccontata in Etrian Odyssey 2, di cui The Fafnir Knight è in sostanza un remake. Ciò che però lo distingue da altri remastered è il dualismo stesso che sta alla base della sub-serie Untold: viene data al giocatore la possibilità di scegliere se vivere la nuova avventura (con una trama più estesa e dei personaggi forti di una loro caratterizzazione) oppure dedicarsi al Classic Mode e rivivere quel che fu l’esperienza originale, ora riproposta in salsa moderna. La formula funziona benone ed assicura anche a questo gioco di rientrare negli interessi di neofiti e veterani in egual misura, rispettando le esigenze di ogni utente.

Gameplay e aspetti tecnici

Che voi scegliate di giocare in modalità classica o storia, vi ritroverete fin da subito a fare i conti con alcune dinamiche mai viste prima in questa serie. Una di queste è l’uso della Forza: purtroppo non farà di noi guerrieri Jedi invincibili, ma rappresenta una sorta di jolly a cui ricorrere in caso di necessità. Ad ogni nostro personaggio è assegnata una barra che indica il quantitativo di Forza accumulato, incrementabile portando a termine con successo gli scontri nei dungeon. Quando la barra è del tutto piena potremo ricorrere a particolari tecniche alle quali non è possibile avere accesso in condizioni normali, donando maggiore sprint alle nostre strategie! Il power-up resterà attivo per tre turni e una volta esaurito necessiterà di riempire nuovamente la barra, a meno che non abbiate optato per una tecnica Break: si tratta di abilità ancora più potenti che, qualora utilizzate in battaglia, disabiliteranno l’uso della Forza sino alla nostra prossima visita in città. Ottima aggiunta ad un sistema di combattimento già molto solido in partenza, richiederà spesso un uso ponderato.

Torna notevolmente ampliato il sistema dei Grimoire, le misteriose rocce introdotte nel capitolo precedente. In Untold 2 ogni pietra è in grado di donare una sola skill aggiuntiva, ma ci è permesso di equipaggiarne diverse su ogni personaggio: una modifica necessaria che impedisce al giocatore di creare delle macchine da guerra semi-immortali e, forse ancora più importante, elimina di fatto il tedioso processo di grinding richiesto per accumulare tutte le abilità utili su una singola roccia. È inoltre possibile accedere ad una compravendita di Grimoire che abilita lo smaltimento di pietre in eccesso garantendo diversi vantaggi per il giocatore. Dove recarsi per gestire tutte queste risorse?

Ultima novità di cui parliamo oggi, ma non per questo meno importante, è il bar. O forse è un locale? Gastronomia. Ristoria-pizzorante, delizia dell’avventuriero confuso. Non si capisce bene cosa voglia essere, l’idea è quella di una taverna ma gestita da uno chef dai modi alquanto francesi: quel che importa a noi, è che si tratta del luogo in cui svolgeremo la maggior parte dei preparativi prima di una missione esplorativa. Nel locale di Regina (lo chef) potremo gestire i nostri Grimoire, le risorse raccolte durante i nostri viaggi e persino dedicarci alla cucina! Le ricette andranno di volta in volta scovate nei dungeon, decodificate e, una volta realizzato un piatto con successo, sarà possibile ordinarlo per donare al team un bonus sempre diverso. Aumento temporaneo di HP, incremento di chance per la raccolta di materiali e così via: le possibilità sono davvero tante ed è indubbiamente un bel twist ad un sistema già visto nel capitolo precedente della serie, semplicemente in versione più automatizzata e meno accattivante. Queste le novità principali per quanto riguarda l’aspetto tecnico, del sempre eccellente comparto sonoro preferiamo non discutere troppo – ascoltare per la prima volta le musiche composte da Yuzo Koshiro durante una sessione di gioco è una sensazione davvero impagabile, che nessun mucchio di parole messo in modo garbato può rendere a dovere.

Qui si chiude la nostra anteprima a Etrian Odyssey Untold 2: The Fafnir Knight, speriamo che possa avervi intrattenuti e che magari spinga qualche curioso a prenderne in considerazione l’acquisto!

Top