Sei in
Home > Gaming > Collector’s Edition: quali contenuti preferite?

Collector’s Edition: quali contenuti preferite?

collector's edition call of duty

Dopo ben tre annunci inerenti, torniamo a parlare di collector’s edition.

In questi mesi sono state presentate edizioni per collezionisti ricche di contenuti aggiuntivi, fisici e digitali, oltre che estremamente differenti tra loro per composizione. Come avrete notato in apertura di articolo, l’edizione di lusso di Call of Duty: Black Ops III è davvero oltre gli standard e comprende, tra le altre cose, un mini frigo funzionante. Inutile dire che si tratta di un prodotto dal costo considerevole (circa 200 euro) e, nonostante questo, andato esaurito nel giro di poche ore.

Ci spostiamo quindi sulla collector’s edition di Mirror’s Edge Catalyst, seguito del primo capitolo uscito nell’ormai lontano 2008. Si tratta di un’edizione sicuramente meno estrosa e più classica che, a parità di prezzo con la precedente, ci offre una diversa tipologia di contenuti. Steelbox, litografia, un set di concept art, dei tatuaggi non permanenti ed uno splendido diorama raffigurante la protagonista in una doppia versione, adulta e bambina. Le limited che includono una figure sono da sempre tra le più ricercate e costose, trend che in questi mesi si sta estendendo anche a delle statuette che da sole hanno rivoluzionato il mercato: le amiibo. Nel bene e nel male, l’avvento delle amiibo ha creato una vera e propria febbre tra i collezionisti. Esaurite già in fase di preorder, disponibili sul mercato secondario ma soltanto a prezzi osceni, che oscillano solitamente tra i 30 e i 60 euro. Ci viene qui in soccorso Nintendo stessa: non solo restock delle amiibo già in commercio, ma anche collector’s edition che includano la statuina raffigurante l’eroe del gioco di riferimento.

Prima il bundle dedicato a Yoshi’s Woolly World, ora quello di Super Mario Maker: si tratta di un’iniziativa ben accolta che incrementa le possibilità di riuscire ad accaparrarsi l’amiibo desiderata, generando allo stesso tempo un nuovo tipo di edizione da collezionisti. La nostra analisi termina qui, dando ovviamente per scontato che identificare una “edizione perfetta” è tanto soggettivo quanto utopico: detto questo, quali contenuti rendono per voi imprescindibile l’acquisto di una collector?

Top