Sei in
Home > Gaming > Code Name: S.T.E.A.M.: guida ai personaggi

Code Name: S.T.E.A.M.: guida ai personaggi

codename steam uso dei personaggi

Abbiamo parlato in modo più che esaustivo delle meccaniche base di Code Name: S.T.E.A.M. nella nostra recensione, è giunto quindi il momento di approfondire ulteriormente il sistema di gioco con una panoramica su quelle che sono le potenzialità dei singoli personaggi e la loro affinità di gruppo.

Ma prima, alcune dritte di carattere generale: non sono inerenti alla trama, ma seguono spoiler!

Steamer: ogni zaino a vapore ha una propria offerta in rapporto utilità/rendimento e scegliere con attenzione quale equipaggiare può semplificarvi non poco la vita. Perché preferire il Serbatoio scout per un personaggio di supporto come Paglierino, quando c’è il Serbatoio Ninja che offre il 10% in più di attacco? Molto semplice: essendo per l’appunto un personaggio di supporto, quel bonus d’attacco conta ben poco rispetto a quanto varrebbe per personaggi offensivi come Leone e John. I valori Max e Ricarica che caratterizzano ogni serbatoio non sono campati per aria e dovrebbero essere sempre tenuti in considerazione – il Serbatoio Scout offre 12 unità di vapore per il movimento ed altrettante di ricarica con un malus del 10% sui valori attacco e difesa, mentre il Serbatoio Ninja ha un rapporto 11-9 ed un bonus del 10% sul valore attacco. L’arma principale del sopracitato Paglierino è lo Storditore Zucca, che consuma 4 unità di vapore: ne consegue che non solo il Serbatoio scout potrà offrirvi una maggiore capacità di movimento ed esplorazione, ma che in caso di bisogno, potrete usufruire in un singolo turno di 3 attacchi anziché 2. Potrà sembrarvi cosa da poco inizialmente, ma spesso poter compiere un’azione aggiuntiva dimezza il tempo richiesto per superare una missione!

Arma secondaria: nella recensione abbiamo accennato alla funzione di Overwatch, ovvero gli attacchi in guardia perpetrati durante i turni degli avversari. Tenendo conto che potete subirne o approfittarne, la seconda opzione è sicuramente molto più allettante! Ogni personaggio in squadra dovrebbe idealmente equipaggiare un’arma in grado di contrattaccare qualora abbiate risparmiato vapore, sia essa quella principale o secondaria. Una buona valutazione in merito è di solito legata ai personaggi stessi: Leone è dotato dell’omonimo Trampolino come arma principale, che consuma 4 unità di vapore e non supporta gli attacchi in guardia. La scelta ricade quindi su un’arma secondaria in grado di sfruttare la funzione Overwatch e che abbia un consumo minore del già equipaggiato Trampolino Leone, rendendo il personaggio molto più versatile e mai privo di frecce al proprio arco.

Mappe e personaggi: prima di elencare pregi e difetti dei singoli membri della S.T.E.A.M. è necessario comprendere come funziona un team e perché una squadra potrebbe risultare più efficace di altre. Analizzare una mappa è di fondamentale importanza, tanto quanto lo è l’obiettivo da conseguire: in una missione di scorta che si svolge in degli spazi ristretti è molto probabile che un personaggio di supporto trovi difficoltà nello svolgere il proprio compito, mentre un attaccante AOE (ovvero in grado di colpire una zona piuttosto che singolo nemico) come John si trova decisamente a suo agio, dato che i nemici saranno per forza di cose riuniti in piccoli gruppi. Allo stesso modo, in una mappa particolarmente ampia e sviluppata (anche in altezza, come capiterà delle volte) trarrete enorme beneficio dal ricorrere ad armi a lunga gittata come il fucile della Volpe. Cercando di definire una squadra equilibrata, quasi sempre vi farà comodo avere un membro di supporto in grado di curare gli alleati e qualcuno in grado di andare in avanscoperta ed effettuare attacchi a sorpresa.

Ultimo consiglio ma di certo non meno importante, tenete d’occhio le abilità peculiari dei personaggi e cercate di cumulare i bonus che più vi servono in un determinato frangente! Leone fornisce un 10% di difesa supplementare ad ogni personaggio qualora sia incluso nel team, Paglierino è invece immune allo stordimento: questa semplice combinazione assicura che un personaggio fragile come l’uomo-zucca sia immune ai colpi critici, impedendo alle truppe aliene di farlo fuori con un solo colpo.

Passiamo quindi ad analizzare i singoli membri della S.T.E.A.M. e le loro potenzialità!

Henry Fleming: se non ci fosse un personaggio come lui, questo non sarebbe un vero videogioco. Il classico protagonista bravo in tutto che non vuole eccellere in un qualcosa, difficilmente ci sarà occasione in cui vi pentirete di aver incluso Henry in squadra: il suo fucile patriottico spara una raffica da 3 colpi per un totale di 75 punti danno e con un costo di 3 unità di vapore, spesso letale qualora abbiate individuato il punto debole del nemico. Henry rientra tra i pesi medi del team (140 HP) ed è particolarmente abile nello stordire gli avversari con attacchi in Overwatch, motivo per cui usufruirne in imboscate non è mai una cattiva idea. Data la versatilità del personaggio e le alte chance che i nemici nelle sue vicinanze siano storditi durante il vostro turno, la scelta dell’arma secondaria può ricadere su una utility weapon come la Carabina medica o il Moschetto a vapore.

John Henry: come di dice in gergo, un grande orso. John appartiene alla categoria pesi massimi (170 HP) e può equipaggiare una varietà di steamer tra i più interessanti: il Serbatoio medico, con la sua capacità di rigenerare vita ad ogni turno, diverrà in poco tempo uno dei vostri migliori amici. L’arma principale di John è il Lanciagranate Orso, che per 4 unità di vapore può mandare coi piedi all’aria tutti i nemici nel suo raggio d’azione. L’utilità di quest’arma è spesso fin troppo ridimensionata ad infliggere danno: sebbene i suoi 65 punti ferita non siano da sottovalutare, noterete col tempo che potete letteralmente posizionare il nemico dove più vi fa comodo grazie al notevole impatto provocato dall’esplosione. Non è tuttavia un dispositivo esente da difetti: in mappe con ambienti chiusi ed in particolare con dei soffitti molto bassi, il raggio d’azione di questo blaster risulta notevolmente ridimensionato e non potrete bombardare il terreno come vorreste. Il Lanciagranate Orso non gode inoltre di funzione Overwatch, e la scelta dell’arma secondaria dovrebbe tenerne conto: il buon Fucile a pompa e (in minor parte) lo Spara Shuriken sono ottime opzioni difensive. E proprio a tema difesa: potreste non notarlo se non nelle battute finali, ma qualora il nemico colpisca John sulle sue parti meccaniche otterrete una riduzione del danno di un buon 30% sul totale subito!

Leone: una vera e propria bestia di personaggio, letteralmente! Con il totale HP più alto di tutti i membri della S.T.E.A.M. (ben 220) ed un bonus di difesa del 10% applicato a tutta la squadra qualora Leone sia incluso nel team, non potete che andare sul sicuro con lui. Leone trae enorme beneficio dal Serbatoio Medico proprio come John, ma da lui differisce in quanto equipaggiato con un’arma principale alquanto insolita. Il Trampolino Leone ci permette di lanciarci addosso ad ignari alieni infliggendo 75 punti danno e con un possibile sbalzo per i poveri malcapitati. Il consumo è di 4 unità di vapore, ma si tratta spesso di uno scambio più che equo: possiamo infatti usarlo per spostarci in avanti ed unire attacco e movimento in una sola azione, guadagnando così vapore per una successiva manovra. Il Trampolino Leone non gode di funzione Overwatch ed è per questo motivo che i consigli riguardo l’arma secondaria sono praticamente identici a quelli forniti per John.

Tiger Lily: uno dei primi personaggi di supporto ad unirsi al gruppo ed unica nel suo genere, in quanto è la sola ad equipaggiare come arma principale un dispositivo di cura. Il Mortaio Medico è estremamente versatile permettendo di effettuare una cura ad area e, a differenza della Carabina Medica, è possibile includere nel suo raggio d’azione anche la stessa Tiger Lily. Il suo totale HP piuttosto basso (solo 120) potrebbe inizialmente spingervi ad equipaggiarle uno steamer difensivo, erroneamente: come per altri personaggi che tratteremo a seguire, i membri di supporto trovano maggiore utilità in serbatoi come lo Steamer Patriottico. Con 10 unità di vapore a disposizione ed armi secondarie leggere come il Moschetto a vapore, Tiger Lility può effettuare 2 cure e restare in allerta per un eventuale attacco in guardia. La sua abilità peculiare, Sprezzo, basterà a proteggerla da un colpo altrimenti mortale qualora la sua vita residua pre-attacco sia superiore al 25% del totale.

Tom Sawyer: uno dei personaggi più versatili del gioco, e tra i preferiti di chi vi scrive. Tom è il primo peso leggero ad unirsi al gruppo e soffre di un totale HP piuttosto basso (110, meno di Tiger Lily), ma il suo Sparapugni saprà servirvi bene! Si tratta di un’arma con discreto raggio che richiede solo una singola unità di vapore per colpo, mentre arriva a consumarne 3 qualora si attivasse in modalità Overwatch. Lo Sparapugni ha inoltre buone probabilità di infliggere stordimento ai nemici e, così come il Lanciagranate Orso di John, può essere utilizzato per spedire il nemico ovunque vi faccia comodo. L’abilità speciale di Tom lo rende il personaggio ideale per esplorare la mappa in cerca di nemici e collezionabili, permettendogli di saltare su ostacoli altrimenti insuperabili. Il Serbatoio Scout massimizza le opportunità a sua disposizione a fronte di un piccolo malus in attacco e difesa, ma parliamo comunque di un personaggio alquanto fragile che non trova spazio nel bel mezzo di una rissa. La sua finisher, Marachella, è spesso di grande aiuto e risulta fenomenale con un gruppo di nemici che vi approccia frontalmente: un terreno seminato di bombe unito ad un paio di alleati in Overwatch può letteralmente disintegrare le forze aliene. Per finire, il recupero fulmineo di vapore che contraddistingue Tom lo rende idoneo ad equipaggiare praticamente qualsiasi arma secondaria senza particolari pretese, bilanciando i soli 25 punti danno che vengono inferti con lo Sparapugni.

Kingqueg: uno dei membri più bizzarri in assoluto, Kingqueg svolge un ruolo molto simile a quello di John pur avendo determinate caratteristiche che lo rendono unico nel suo genere. Si tratta di un personaggio di peso massimo (190 HP) che quando incluso in squadra dona a tutti i nostri alleati un boost del 10% in attacco, e già questo non può che parlar bene delle sue prestazioni in battaglia! La sua arma principale è il bizzarro Mortaio Pinguino, l’unica in tutto il gioco con un raggio d’azione potenzialmente infinito: dopo aver rilasciato un pinguino meccanico, esso procederà in linea retta fino a quando non incontrerà un ostacolo, esplodendogli addosso e provocando 60 punti danno. Il Mortaio Pinguino consuma 4 unità di vapore e proprio come il suo gemello Lanciagranate Orso, non gode purtroppo di funzione Overwatch. Tenete a mente che il raggio d’azione (e per estensione, l’efficacia) del pinguino esplosivo è direttamente correlato alla morfologia della mappa di gioco e che si tratta quindi di un’arma che tende ad eccellere solo in ambienti molto vasti e quasi privi di ostacoli naturali. Data la notevole somiglianza con il nostro John sia nei pregi che nei difetti, i consigli riguardanti arma secondaria e steamer da equipaggiare restano i medesimi anche per il Kingqueg.

Paglierino: personaggio di supporto molto, molto particolare. Paglierino è un peso leggero che detiene il record di totale HP più basso fra tutti i membri della S.T.E.A.M. (solo 100) ma ciò che perde in resistenza, lo recupera grazie ad una sorprendente versatilità sul campo. La sua abilità speciale lo rende immune allo stordimento, un dettaglio da non sottovalutare in quanto cumulabile con bonus alleati che lo rendono praticamente impossibile da mettere KO con un singolo colpo nonostante l’apparente fragilità. La sua arma principale è lo Storditore Zucca e per un consumo di 4 unità di vapore produce una vera e propria zucca meccanica (considerata come ostacolo su mappa) impostata per detonarsi una volta iniziato il nostro turno successivo. I suoi utilizzi sono molteplici: l’onda d’urto generata dalle zucche esplose stordisce tutti i nemici nei paraggi non creando problemi ai nostri alleati, come succede invece a causa di danni collaterali causati dal Lanciagranate Orso o dal Mortaio Pinguino. Le stesse zucche possono essere posizionate strategicamente per impedire alle truppe aliene di avvicinarsi, barricando il proprio team in una determinata zona in attesa dell’effetto stordente! Paglierino, così come molti suoi colleghi, necessita di un’arma secondaria che possa abilitarlo ad attacchi in guardia: lo Spara Shuriken e la Balestra a vapore e sono ottime opzioni da considerare. Lo steamer consigliato è senza dubbio il Serbatoio Scout, in grado di massimizzare le opportunità di un singolo turno e permettendoci di sparare fino a 3 zucche stordenti.

Randolph Carter: lo studioso della squadra, un peso medio (130 HP) dotato di una delle armi più curiose del gioco. L’irresistibile esca (in originale: The Unspeakable Lure) è in grado di produrre, per l’appunto, un’esca che i nemici non potranno ignorare, generando allo stesso tempo un ostacolo reale su mappa come accade per le zucche di Paglierino. Attirare l’attenzione dei nemici con queste esche è un ottimo metodo per evitare imboscate durante i nostri spostamenti, approfittando magari del momento di distrazione per porre fine alla loro esistenza usufruendo dell’arma secondaria. A tal proposito, Randolph è forse il personaggio di supporto che più di tutti necessita di un qualche modo di infliggere danno ingente in quanto, a differenza dello Storditore Zucca, la sua arma principale non produce neanche danni minimi da onda d’urto. L’irresistibile esca ha un modesto consumo di 3 unità di vapore e permette quindi di sbizzarrirsi con le armi secondarie, sebbene l’abilità speciale di Randolph renda la Balestra a vapore una scelta quasi obbligata: un bonus del 10% sui colpi critici unito al punto debole del nemico è spesso tutto ciò che serve a sbarazzarsene con un singolo colpo.

La Volpe: uno dei personaggi più amati dai giocatori, e con ottime ragioni. La Volpe è un agente particolare in quanto ricopre quello che in sostanza è il ruolo del cecchino, peraltro ruolo che è l’unica a poter svolgere. Peso leggero (120 HP) dotato di un’arma principale tra le migliori, il Fucile Volpe: al costo di 4 unità di vapore ci è permesso sparare un colpo con il raggio d’azione più ampio tra tutte le armi a nostra disposizione. Il danno inferto è tecnicamente di 30 punti, ma vi capiterà spesso di centrare il punto debole del nemico (ignaro del tutto, in quanto sarete con tutta probabilità dal lato opposto della mappa) ed infliggere danni assurdi. Peculiarità di questo fucile è quella di consumare meno vapore effettuando attacchi in modalità Overwatch, rendendo di fatto la Volpe un personaggio particolarmente reattivo. Come se non bastasse, la sua abilità speciale incrementa ulteriormente il nostro già ampio raggio d’azione! La scelta dell’arma secondaria può ricadere su vari dispositivi di supporto come la sempre utile Carabina Medica o il Mortaio Stordente, a seconda delle possibilità offerte dagli altri membri che compongono la vostra squadra. A differenza di Tom e Paglierino, la Volpe può fare buon uso dei bonus del Serbatoio Ninja per massimizzare i danni inferti.

Califia: presunta regina dell’isola di Californa ed una vera e propria forza della natura. Califia è un peso massimo (160 HP) equipaggiata con il Lanciamissili Rhino, una sorta di ibrido tra le due armi degli omaccioni descritti in precedenza. Il lanciamissili gode della stessa gittata del fucile della Volpe e distrugge nemici ed ostacoli senza fare distinzioni: godendo di un raggio d’azione più elevato del Lanciagranate di John, mantiene inoltre la sua capacità di direzionare il colpo! L’arma principale di Califia consuma 4 unità di vapore per 50 punti di danno inferto, il minimo offerto dai pesi massimi in favore di una maggiore manovrabilità. I consigli sulle armi secondarie offerti per John e Kingqueg si applicano anche alla nostra regina guerriera, essendo sprovvista di default della possibilità di effettuare attacchi in guardia. Il Serbatoio Medico, così come lo Steamer Scarabeo, svolgono un ruolo fondamentale al fine di accentuare i punti di forza di Califia ed incrementare il suo potenziale.

Barattolino: l’uomo di latta con un cuore d’oro! Un peso medio (140 HP) e personaggio di supporto per eccellenza, la sua arma principale sacrifica il poter infliggere danno in cambio della possibilità di ricaricare le scorte di vapore dei nostri compagni! Il Vaporizzatore è in grado di dare vita a molteplici scenari alternativi, a fronte di un consumo di 3 unità di vapore per un equo ripristino dei serbatoi altrui. Vi serve un ultimo colpo da cecchino? Volete fare breccia nelle fila nemiche con un attacco a sorpresa? Niente paura, ci pensa Barattolino! Il Serbatoio patriottico vi garantirà un minimo di tre ricariche ad ogni turno, mentre come arma secondaria potreste sentire il bisogno di qualcosa che vi permetta di poter sferrare attacchi in guardia. Infine, Barattolino ha la strabiliante abilità di ridurre del 20% il danno subito da qualsiasi attacco, rendendolo alquanto resistente ad assalti nemici ed ancora più performante qualora nel vostro team sia presente anche Leone: provare per credere!

Dorothy: ultima tra i nostri eroi ad unirsi alla squadra e personaggio più che interessante per diversi aspetti, Dorothy è un peso leggero (110 HP) che equipaggia come arma principale il Laser Toto. Ah, il Laser Toto. Una sorta di blaster che infligge soltanto 6 punti danno per colpo, ma in grado di spararne una ventina che si disperdono in ogni direzione: padroneggiare quest’arma può rivelarsi un vero e proprio incubo per molti giocatori, spesso al punto da abbandonare prematuramente Dorothy in favore di Tom. Il lato positivo è che a differenza dello Sparapugni di Tom, il Laser Toto è potenzialmente in grado di infliggere un esilarante totale di ben 120 punti danno qualora tutti i colpi vadano a segno: come assicurarsi che ciò avvenga senza ripercussioni sulla salute della fragile Dorothy? Semplice a dirsi, basterebbe essere abbastanza vicini da potersi assicurare un colpo sicuro, come accade d’altronde anche per l’utilizzo dello Spara Shuriken. La scelta dell’arma secondaria può venirvi incontro e facilitare l’impresa, magari optando per un dispositivo stordente che vi permetta di agire indisturbati: il Mortaio Stordente e perfino il Lanciabombe potranno stupirvi in positivo! Così come per la Volpe, anche Dorothy può trarre pieno beneficio dal Serbatoio Ninja e svolgere il suo ruolo di glass cannon: ricordate inoltre di verificare il punto debole di ogni nemico!

 

La nostra guida termina qui, speriamo possa esservi d’aiuto e che possiate godervi il gioco!

$accesspress_mag_show_footer_switch = of_get_option( 'footer_switch', '1' ); $accesspress_mag_footer_layout = of_get_option( 'footer_layout' ); $accesspress_mag_sub_footer_switch = of_get_option( 'sub_footer_switch', '1' ); $accesspress_mag_copyright_text = of_get_option( 'mag_footer_copyright' ); $accesspress_mag_copyright_symbol = of_get_option( 'copyright_symbol', '1' ); $trans_top = of_get_option( 'top_arrow', 'Top' ); if( empty( $trans_top ) ) { $trans_top = __( 'Top', 'accesspress-mag' ); } ?>