Sei in
Home > Android > Guide > Modem e RIL: facciamo chiarezza su queste componenti dei firmware Android.

Modem e RIL: facciamo chiarezza su queste componenti dei firmware Android.

RIL e ModemQuando flashate un firmware nuovo, per esempio tramite ODIN, dovete selezionare diversi file quali bootloader, csc, modem. Tra questi file, quello che riveste una grande importanza per l’ usabilità del telefono è il MODEM. In Android per sapere che tipologia di MODEM montate basta andare nelle impostazioni del telefono e cercare la voce “Baseband” o “Versione banda base”.

Ogni versione Android ha i suoi baseband, ma non solo: esistono baseband differenti a seconda dello stato in cui ci troviamo e dell’ operatore che utilizza il nostro telefono (brand/no-brand).

Quindi se ci troviamo in Italia, avremo un set preciso di baseband cosi come chi abita in Germania un’ altro e chi abita in Olanda un’ altro ancora.

Quale è la sua funzione?

Sembra un componente da poco, ma in verità è una delle parti più importanti in quanto non ha un solo compito, ma ne svolge diversi:

  • Determinare la potenza del segnale telefonico
  • Determinare la potenza del segnale WiFi
  • Gestire i consumi della batteria
  • Gestione delle frequenze della CPU in base al segnale telefonico

In teoria da solo il MODEM fa tutto questo. Ma in gioco entra un altro componente, che si interpone tra il MODEM e il telefono, in modo da fare funzionare il tutto in modo impeccabile e con il minor consumo possibile di batteria: il RIL.

Il sistema Android deve infatti trovare un modo per interfacciarsi con l’ antenna e qui ci sono due modi:

  1. Tramite intero OS 
  2. Tramite RIL

Cosa è il RIL?

Il RIL (Radio Interface Layer) è un componente che appunto si interfaccia al MODEM in modo che tutto funzioni come deve. Solitamente ad ogni MODEM viene associato un particolare RIL che permette un dialogo con una efficienza superiore rispetto ad una combinazione MODEM/RIL differente.

Cosa succede se il RIL e la Baseband non combaciano?

Non è nulla di eccessivamente grave, ma ovviamente il sistema non raggiungerà il 100% della sua efficienza reale e quindi si potrà andare in contro ad una serie di problemi quali:

  • Perdita del segnale telefonico
  • Consumo eccessivo di batteria
  • Perdita del segnale WiFi
  • Crash della radio e successivi riavvii
  • Maggior frequenza della CPU per cercare di ristabilizzare il modem
  • Maggior difficoltà di passaggi da 2G a 3G e viceversa

Come ottenerli?

Solitamente si ricorre ad ODIN, flashando l’archivio corretto contenente il MODEM e talvolta anche il RIL. In alternativa esistono anche dei pacchetti per CWM. Basta cercare su Google e XDA.

Note:

  • RIL per JellyBean non sono compatibili con ROM con ICS e viceversa
  • Esistono applicazioni come GetRIL che permettono di controllare se RIL e Baseband combaciano (il database è un po’ obsoleto)
  • A questo indirizzo trovate un questionario sul miglior modem per Galaxy S3
Modem e RIL: facciamo chiarezza su queste componenti dei firmware Android. , 5.0 out of 5 based on 1 rating
$accesspress_mag_show_footer_switch = of_get_option( 'footer_switch', '1' ); $accesspress_mag_footer_layout = of_get_option( 'footer_layout' ); $accesspress_mag_sub_footer_switch = of_get_option( 'sub_footer_switch', '1' ); $accesspress_mag_copyright_text = of_get_option( 'mag_footer_copyright' ); $accesspress_mag_copyright_symbol = of_get_option( 'copyright_symbol', '1' ); $trans_top = of_get_option( 'top_arrow', 'Top' ); if( empty( $trans_top ) ) { $trans_top = __( 'Top', 'accesspress-mag' ); } ?>